IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Auto contro bici alla rotonda di Ceriale: anziano gravissimo dopo intervento chirurgico

Condizioni stabili dopo l'operazione alla testa

Ceriale. E’ ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure l’anziano di 74 anni investito venerdì scorso alla rotonda di Ceriale, sull’Aurelia, da un’auto.

L’uomo ha riportato un grave trauma cranico a seguito dell’impatto con la vettura e della successiva caduta a terra: soccorso immediatamente dal dottor Brunello Brunetto, direttore del Dipartimento di Emergenza Urgenza di Asl2, che stava transitando nella zona al momento dell’incidente, e poi preso in consegna dai militi della Croce Bianca di Borghetto e dal 118 era stato trasportato presso il nosocomio pietrese.

Poco dopo era stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per rimuovere l’ematoma cerebrale: secondo quanto riferito dai medici è in condizioni stabili, anche se la prognosi resta riservata e rimane sotto stretta osservazione.

Il 74enne era rimasto cosciente durante le prime fasi dei soccorsi, ma le sue condizioni erano andate subito peggiorando durante il trasporto in ambulanza, con l’operazione alla testa disposta urgentemente per salvargli la vita.

Resta in pericolo di vita.

Sul posto era intervenuto la polizia municipale di Ceriale per ricostruire l’esatta dinamica del sinistro stradale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.