IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Allevamento e pesca, due marchi per la Liguria. Mai: “Per identificare subito i prodotti liguri”

"I marchi saranno collettivi e verranno messi a disposizione delle aziende"

Più informazioni su

Regione. Due marchi che potranno contraddistinguere gli allevatori e i pescatori liguri. Le aziende regionali potranno aderire per valorizzare i loro prodotti. Ad annunciarlo l’assessore regionale a Pesca e Allevamento, Stefano Mai.

“Due marchi con cui sarà possibile identificare subito i prodotti liguri di pesca e allevamento – spiega l’assessore Mai -. Il nostro obbiettivo è quello di dare valore aggiunto alle attività di pesca e allevamento svolte in Liguria. Quando il consumatore vedrà uno di questi due loghi, potrà essere sicuro di acquistare prodotti liguri”.

Generica

“I marchi saranno collettivi e verranno messi a disposizione delle aziende. Basterà farne richiesta dimostrando di averne i prerequisiti. Per la pesca è necessario svolgere l’attività di pesca in acque marittime locali e costiere. Per l’allevamento, questo dovrà avvenire nel territorio regionale.”

“I marchi sono stati denominati “Sistema Ittico Liguria Pescatori” e “Sistema Liguria Allevatori”. Gli obiettivi che ci siamo prefissi, sono tre: promuovere e valorizzare queste attività liguri; informare e assicurare i consumatori sulla provenienza aziendale dei prodotti; tutelare e promuovere la professionalità degli addetti di questi due importantissimi settori”. 

Generica

“I marchi verranno anche promossi in tutte le manifestazioni alle quali parteciperà Regione Liguria perché il nostro intento è quello di creare un vero e proprio sistema di promozione integrata. Difatti verranno inseriti nel format che abbiamo creato per dare visibilità a tutte le nostre produzioni. Con oggi garantiamo un supporto importante alle nostra aziende ittiche e agricole. Le politiche europee riguardanti l’etichettatura non consentono di riconoscere rapidamente le nostre produzioni e con questi due marchi andiamo a sopperire in parte a questa mancanza comunitaria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.