IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, quattro chef per una “Opera Prima” a scopo benefico in piazza dei Leoni fotogallery

Musica dal vivo e tante eccellenze del territorio per un evento a sostegno del Centro di Ascolto San Michele

Albenga. Domenica 23 agosto, per la prima volta nella storia di Albenga, la piazza dei Leoni ha accolto “Opera Prima”, un evento a scopo benefico a sostegno del Centro di Ascolto San Michele di Albenga, impegnato nell’acquisto di generi alimentari per famiglie che versano in condizione di disagio.

L’evento è stato ideato dal Ristorante Il Posticino di Mirella Porro. Tre importanti chef dell’alta cucina italiana, Filippo Chiappini Dattilo, Paolo Lopriore e Agostino Buillas, hanno dedicato alla piazza la loro “opera prima” firmando, insieme alla stessa Porro, una delle quattro portate accompagnate dai migliori sapori delle eccellenze del territorio. Dattilo ha presentato un medaglione di fegato grasso d’anatra, chutney speziata di frutta tropicale e toast di pan brioche; Lopriore ha preparato un timballo di riso, astice e piccione roncasse di pomodoro all’italiana, profumo di dragoncello; Buillas ha optato per un manzo valdostano AREV con pepe di Sichuan, mirtilli selvatici, patate ratte e massa croccante. Porro, infine, si è occupata del dolce: una crostata di pesca ripiena al forno con crema zabaione.

L’aperitivo di benvenuto è stato realizzato invece grazie al contributo della storica azienda Sommariva, che da oltre un secolo anni produce nel suo Frantoio di Albenga olio e prodotti enogastronomici di eccellenza, e di Noberasco 1908, società alimentare ligure, da più di cent’anni il più importante punto di riferimento italiano per la frutta secca e disidrata.

La selezione dei vini è stata curata da Vini di Pregio di Bevande Peirano, che da quattro generazioni segue il mercato delle bevande e dei vini in Liguria, e dall’Azienda Luigi Blaise Anfossi, storica realtà del territorio albenganese, che dal 1919 si dedica alla produzione dei più nobili vini della regione. La cena si è conclusa con un’ulteriore eccellenza locale, il caffè Pasqualini.

L’allestimento è stato curato da Lovisolo Ricevimenti, azienda di riferimento in Liguria nel settore della ristorazione e degli eventi, mentre i centro tavola erano firmati dall’artista dei fiori Daniela Vezzoso. Per celebrare “Opera Prima” ha suonato dal vivo sHarp4, il quartetto di arpe di Simona Marchesi, figlia del Maestro, e il duo Nina e Simone composto da Simone Medagliani al sax e piano e dalla voce di Nina Skjerpen.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.