IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Vado una cerimonia per ricordare il sacrificio della partigiana Clelia Corradini

E' in programma lunedì 24 agosto alle 18.30 in piazzale San Lorenzo

Vado Ligure. E’ in programma lunedì 24 agosto a Vado Ligure la cerimonia per il 76^ anniversario dell’assassinio della partigiana Medaglia d’Argento alla Resistenza Clelia “Ivanca” Corradini, uccisa dai fascisti della San Marco il 24 agosto 1944. La manifestazione è stata organizzata dalla sezione Anpi di Vadocon il patrocinio dell’amministrazione comunale e dell’Istituto Storico della Resistenza di Savona.

La cerimonia si svolgerà presso la zona del Fortino vicino a piazzale San Lorenzo ed è “significativa perchè è la prima cerimonia ufficiale dopo il lockdown. Infatti lo scorso 25 aprile in piena emergenza sanitaria non si sono potute svolgere le tradizionali Cerimonie per ricordare i caduti della lotta partigiana; il messaggio che Anpi vuole inviare da oltre 75 anni è rivolto alle future generazioni perchè ricordino una delle figure più importanti del partigianato vadese, quella di Clelia Corradini e del suo martirio infatti nelle testimonianze raccolte il plotone d’esecuzione si rifiutò di sparare per ben tre volte e il suo calvario finì con una raffica di mitra da parte del ‘boia’ che comandava il plotone”.

Clelia Corradini venne arrestata dai fascisti per una delazione e venne condannata a morte dopo torture indicibili, come è scritto nella motivazione a lei conferitogli dopo la Liberazione con la Medaglia d’Argento al Valor Militare: “Il suo animo fieramente ribelle…. bellissima figura di donna e di patriota”.

La cerimonia inizierà alle 18.30 con gli onori al gonfalone della città di Vado Ligure decorato di Medaglia d’Argento al Valor Militare e gli onori ai caduti e la deposizione di una corona di alloro, seguiranno i saluti delle autorità presenti e gli interventi del presidente dell’Anpi di Vado Ligure Degrandi, partigiano “Tuono”, un breve intervento del giovane studente universitario Gianmaria Botta e orazione ufficiale di Sergio Leti, partigiano “Gin”, Medaglia d’Argento al Valor Militare e figlio di Clelia Corradini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.