IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A marzo ricoverato al Covid Hospital, ora scala il Monte Bianco: l’impresa del cerialese Pietro Buccinnà

Insieme ai compagni Elisabetta e Stefano, è arrivato in cima dopo 18 ore di marcia ininterrotta

Ceriale. La passione per la montagna, tanta forza di volontà e passione, i giusti compagni di viaggio e un pizzico di coraggio e follia, che non guasta mai. Sono questi gli “ingredienti” dell’impresa compiuta da Pietro Buccinnà che, a 56 anni, è il primo cerialese a scalare il Monte Bianco (da 0 a 4.810 metri). 

Pietro Buccinnà Ceriale Monte Bianco

E lo ha fatto dopo un periodo davvero difficile, complice un ricovero (nel marzo scorso) presso il Covid Hospital di Albenga, in seguita ad una polmonite, accompagnata da febbre e relative difficoltà respiratorie. 

Ma Buccinnà, ad arrendersi non ci ha nemmeno pensato. Anzi, appena dimesso, ha iniziato a programmare una serie di imprese sportive. Nonostante i suoi polmoni non fossero ancora al 100%, ha intrapreso una preparazione mirata a tornare in quota, spinto dalla forza di reagire e da grande passione.

In pochi giorni, ha scalato il Monte Matto (34km di percorso, con punta di 3.060 metri); due settimane, dopo ha scalato il Gran Paradiso (4.061 metri); una settimana dopo, ha attraversato tutto il ghiacciaio del Monte Bianco (3.842 metri di altezza massima). Ma non bastava. 

Pietro Buccinnà Ceriale Monte Bianco

E allora, solo quattro giorni dopo, si è spinto ancora oltre, raggiungendo la vetta del Monte Bianco (4.810 metri). L’arrivo in cima è avvenuto lo scorso giovedì 6 agosto, alle prime luci dell’alba. Insieme ai compagni di cordate Elisabetta e Stefano, dopo 18 ore di marcia ininterrotta, è finalmente riuscito a posare i piedi sulla cima del “Gigante delle Alpi”. 

“Dopo un periodo difficile, per me si è trattato di una sfida nella sfida. Le difficoltà incontrate, l’impegno, la passione, la fatica e i giusti compagni di viaggio, hanno aggiunto all’impresa il romanticismo di tempi passati”, ha dichiarato Buccinnà, primo cerialese ad aver scalato il Monte Bianco. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.