IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Viabilità a rischio soprattutto in A10, Regione ad Autostrade: “Occorre revisione del piano chiusure”

Dall’ente regionale: “Siamo preoccupati. Necessario garantire la sicurezza”

Liguria. “Il piano di chiusure previsto da Autostrade fino al 14 luglio è destinato ad avere un impatto notevole sui flussi di traffico in Liguria e in particolare sulla A10”. 

Ad affermarlo è Regione Liguria, attraverso il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore alle infrastrutture Giacomo Giampedrone, che hanno inviato una lettera alla società concessionaria e alla Prefettura di Genova in relazione al piano di chiusure comunicato oggi da Autostrade per l’Italia.

“Preoccupa in particolare la situazione della A10, dove è prevista l’interruzione temporanea di entrambi i sensi di marcia tra Arenzano e l’allaccio A10/A26 nelle ore notturne. Non sarebbero garantiti neanche i livelli minimi dei servizi di sicurezza: riteniamo necessaria, pertanto, una revisione del piano”, hanno proseguito Toti e Giampedrone. 

“La situazione del traffico congestionato venutasi a creare a seguito delle chiusure continuative di tratte di rete autostradale ha già sollevato numerose segnalazioni da parte del Commissario straordinario di Alisa, delle pubbliche assistenze, di sindaci dei comuni nonché di diverse associazioni di categoria, con le quali vengono rappresentati i gravi problemi e i disservizi al regolare svolgimento delle attività di emergenza conseguenti alla ben nota attuale situazione compromessa della viabilità autostradale. Con le stesse tra l’altro si comunica la forte preoccupazione, stanti i tempi di percorrenza dilatati per raggiungere i poli sanitari, per garantire adeguati soccorsi con particolare riferimento alle categorie a rischio”.

“Le chiusure pianificate coincidono con il fine settimana che presenterà nuovamente notevoli flussi di traffico. Chiediamo pertanto di mettere in atto tutte le azioni possibili, compatibilmente con la pianificazione degli interventi affinché vengano mitigate le conseguenze e le criticità elencate”, hanno concluso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.