IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tortu sarà a Savona: confermata dalla Fidal la presenza dello sprinter al meeting foto

Filippo Tortu correrà al Città di Savona: successo per l'organizzazione, curata da Marco Mura, e per l'Amministrazione, incarnata da Maurizio Scaramuzza

Savona. Arriva dal sito della Fidal – la Federazione italiana di atletica leggera – la conferma che in molti attentandevano: Filippo Tortu sarà a Savona per il meeting del 16 luglio. Il primatista italiano sui 100 metri, stella crescente della nostra atletica e primo azzurro sotto il muro dei 10 secondi, tornerà sulla pista della Fontanassa nella gara organizzata da Marco Mura.

Comincia a delinearsi la stagione di Filippo Tortu. Il primatista italiano dei 100 metri, che sabato pomeriggio esordirà a Rieti nella Fastweb Cup in diretta streaming, tornerà giovedì 16 luglio sulla pista di Savona dove due anni fa ha corso in 10”03, poche settimane prima di scendere sotto i dieci secondi a Madrid (9”99). È la novità di oggi del 9° Meeting Città di Savona-Memorial Giulio Ottolia che ha già annunciato un ricco cast di stelle azzurre e di presenze internazionali, da Davide Re nei 400, a Leonardo Fabbri nel peso, alle saltatrici in alto Elena Vallortigara e Alessia Trost e molto altro.

Lo sprinter azzurro delle Fiamme Gialle è atteso per la quarta volta sulla veloce pista della Fontanassa. Nelle tre precedenti occasioni ha sempre migliorato il primato personale e un record italiano (o migliore prestazione). La “prima” risale al 2016: primato nazionale under 20 con 10.24 corso per due volte, in batteria e in finale, un paio di mesi prima di volare a Bydgoszcz e conquistare l’argento mondiale di categoria alle spalle del fenomeno statunitense Noah Lyles. Il ritorno nel 2017: 10”21 in batteria e poi 10”15 in finale, per un altro record juniores, preludio del titolo europeo di categoria ottenuto in casa a Grosseto qualche settimana dopo. Il terzo atto nel 2018 con quel duello straordinario contro Marcell Jacobs, a distanza nel primo round (Tortu 10”09, Jacobs 10”04 ventoso), e spalla a spalla nella finale vinta dal brianzolo con 10”03, che allora valeva ancora il secondo crono italiano di sempre, dopo il 10.01 di Mennea, e la migliore prestazione italiana under 23 (con lo sprinter Fiamme Oro a un altrettanto super 10”08).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.