IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Stato di emergenza Coronavirus, Conte da Venezia: “Probabile la proroga sino a fine 2020″

“Ci sono le condizioni per proseguire lo stato di emergenza dopo il 31 luglio"

Italia. Lo stato di emergenza Coronavirus, nonostante l’allentamento delle misure restrittive e un apparente, seppure ancora parziale, ritorno alla normalità, sarà probabilmente prorogato sino a fine anno.

Lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte direttamente da Venezia, dove si trova per la cerimonia generale del Mose. 

“Ragionevolmente ci sono le condizioni per proseguire lo stato di emergenza per il coronavirus dopo il 31 luglio, – ha spiegato il Presidente del Consiglio. – Lo stato di emergenza serve per tenere sotto controllo il virus. Non è stato ancora deciso tutto, ma ragionevolmente si andrà in questa direzione”.

E la proroga, secondo quanto riportato dai media nazionali, si estenderebbe fino al 31 dicembre. Di conseguenza Palazzo Chigi potrà fare ricorso ancora ai Dpcm senza passare dal voto alle camere per i provvedimenti urgenti. Una decisione che sarebbe connessa alle previsioni del comitato tecnico-scientifico sull’eventuale seconda ondata di contagi attesa per l’autunno.

“Allungarlo? No grazie. Gli Italiani hanno dimostrato buon senso, meritano fiducia e rispetto, adesso vogliono vivere, lavorare, amare. Con tutte le attenzioni possibili, la libertà non si cancella per decreto”, il commento di Matteo Salvini, leader della Lega.

“Una necessità condivisibile – scrive su Twitter la deputata Deborah Bergamini di Forza Italia– Ciò che non permetteremo è che a questa proroga corrisponda un’ulteriore esclusione del Parlamento dalle decisioni vitali per il Paese”.

Se il Governo vuole prorogare lo stato di emergenza – sostiene Stefano Ceccanti, capogruppo dem in commissione Affari costituzionali – venga prima in Parlamento a spiegarne le ragioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.