IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Seconda Categoria: tra le iscritte ci sarà il Ceriale “B”

La formazione sarà allenata da Flaviano Massimelli e punterà sui giovani

Ceriale. L’Asd Ceriale Progetto Calcio annuncia la creazione di una seconda formazione, che si iscriverà al campionato di Seconda Categoria: il Ceriale “B”.

Il progetto nasce dalla volontà societaria di offrire ai propri tesserati un’ulteriore possibilità di crescita. Succede infatti troppo spesso che ragazzi giovani, ma che non trovano spazio nella prima squadra per vari motivi, vengano dati in prestito in altre realtà locali o, addirittura, smettano di praticare questo sport.

Il florido vivaio cerialese sta sfornando giovani interessanti e talentuosi e sarebbe un vero peccato non garantire loro il proseguimento del percorso calcistico. Inoltre, con la creazione della Juniores Eccellenza di Luca Stella, si potrà offrire l’ulteriore chance di “farsi le ossa” in un campionato tosto ed interessante come quello di Seconda Categoria.

Il Ceriale “B” si pone come obiettivo quello di essere un’importante palestra interna: un’esperienza di crescita o una fase transitoria che possa preparare i calciatori acerbi a fare il salto di qualità, così come una possibilità di rilancio per chi ha trovato poco spazio in altri contesti.

A guidare questo gruppo ci sarà mister Flaviano Massimelli, supportato da Massimo Careddu con il ruolo di team manager.

La rosa, ancora in fase di definizione, sarà composta da calciatori molto giovani, soprattutto leva 2000 e 2001, ma potrà contare anche su innesti mirati e su una costante collaborazione con la Juniores. I primi nomi che circolano, infatti, sono riconducibili ai ragazzi che due anni fa hanno vinto il campionato provinciale insieme a Dario Oddone e che hanno ancora tanto da dimostrare sul campo.

“Sono contentissimo di questa opportunità che il Ceriale mi sta dando – commenta Flaviano Massimelli -, ma soprattutto per il progetto in cui crede questa società: dare la possibilità di praticare questo sport, di crescere fin da bambini in questo ambiente e continuare a giocare indipendentemente da quelle che sono le capacità tecniche del singolo. Il mio primo obiettivo è quello di creare un gruppo di persone unite come una famiglia, poi se verranno i risultati ben venga. Dare un’opportunità è sicuramente il primo grande passo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.