IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona riapre: a luglio tornano i “Giovedì in musica” foto

Quattro appuntamenti di musica e shopping “per ritrovarci vicini, pur distanziati”

Savona. Quattro appuntamenti di musica e shopping “per ritrovarci vicini, pur distanziati”. Sono quelli che compongono l’edizione 2020 dei “Giovedì in musica” promossi dal Comune di Savona in collaborazione con Ascom e Fipe-Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato e Cna con Auser Savona.

Si comincia giovedì 9 luglio allem 21.30 in piazza Sisto IV con “The Wall part 2 – A new hope”, secondo appuntamento con la storia dei Pink Floyd che sarà un viaggio musicale in collaborazione con la band dell’università di Genova. La line-up è composta da Roberto Tiranti alla voce, Gianluca Vaccarino alla chitarra solita, Francesco Martini alla chitarra, Francesco Negri alle tastiere, Luca Sabatini al basso, Rofoldo Cervetto alla batteria.

Giovedì 16 luglio, sempre alle 21.30 ma in centro storico, si esibirà la Street Band Forzano diretta da Igor Barra. L’ensemble darà vita ad un “percorso musicale tra le piazze del centro storico” e cioè piazza Sisto IV, piazza Pertini, piaza del Brandale, piazza del Duomo per poi concludersi in piazza Sisto IV.

Giovedì Musica Savona

Giovedì 23 luglio la serata sarà dedicata alla “Musica dai balconi” a cura dell’Associazione Corelli. Alle 21.30 si esibirà dal balcone del municipio il Carlo Aonzo Trio “Mandolitaly”, composto da Carlo Aonzo al mandolino, Lorenzo Piccione alla chitarra e Luciano Puppo al contrabbasso. Alle 22 dalle finestre della Campanassa in piazza del Brandale concerto di Aldo ascolese Duo, che eseguirà “Bocca di rosa e altri racconti”. Suoneranno Aldo Ascolese a voce e chitarra e Adriano Arena alla chitarra.

Ultimo appuntamento giovedì 30 luglio: alle 21.30 in piazza Diaz si potrà ascoltare musica direttamente dalla vetrata del ridotto del Teatro Chiabrera. Sarà una anteprima a sorpresa della stagione del Teatro dell’Opera Giocosa.

Il sindaco Ilaria Caprioglio che organizzare questa edizione “non è stato facile, abbiamo fatto un grande gioco di squadra con poche risorse, tutte dell’amministrazione comunale. Siamo comunque riusciti a offrire un segnale, un messaggio di ripartenza: credo che questo obiettivo lo abbiamo centrato. Ringrazio l’Università di Genova, la Banda Forzano, l’associazione Corelli e l’Opera Giocosa, oltre alle associazioni di categoria e all’Auser che metterà a disposizione i volontari per il servizio di sicurezza”.

L’assessore a manifestazioni e spettacolo, Maurizio Scaramuzza, spiega: “Abbiamo deciso di lasciare aperte le strade e non chiuderle come gli anni scorsi per evitare di sovraccaricare la polizia locale anche di questo compito. Il 16 luglio avremo la Banda Forzano Street Band che inaugurerà, almeno ‘musicalmente’, piazza Pertini. Per il terzo giovedì ci siamo inventati la ‘Musica dai balconi’, per evitare di montare palchi”.

L’Opera Giocosa ha voluto sottolineare come “per la quarta serata avremo quattro giovani sassofonisti dell’Università del Piemonte Orientale”.

L’assessore alle attività produttive Maria Zunato ringrazia “la struttura che, insieme agli amministratori, ha saputo organizzare in un momento di estrema difficoltà un evento di aggregazione. Aprire significa dare spazio a tutti coloro che vogliono vivere la città. Quest’anno, nonostante le difficoltà, le associazioni di categoria hanno saputo inventarsi un percorso che animerà l’intero centro storico di Savona”.

La presidente di Ascom Laura Chiara ha detto: “Il settore del commercio è uscito dal lockdown con le ossa rotte. Abbiamo cercato di coordinarci con l’amministrazione per allestire un programma attrattivo. In queste serate i commercianti saranno operativi anche se, come si può ben immaginare, dopo un periodo di chiusura difficile anche dal punto di vista psicologico, si sperava in una estate diversa. Ascom ha cercato di reperire qualche piccola risorsa e a questo proposito metterà in campo ‘Shopping & Drink’, iniziativa che vedrà protagoniste attività commerciali e pubblici esercizi. L’obiettivo è comunicare che il commercio ci sarà. Vogliamo rendere la città ospitale”.

I rappresentanti di Confartigianato fanno eco: “L’incertezza di questo periodo si trasformerà in qualcosa di diverso, ad esempio nella riapertura di spazi che erano chiusi come il Teatro o il Brandale. Ai nostri artigiani abbiamo detto questo, scegliendo con loro di mettere in campo una iniziativa chiamate ‘Bellessere’ legata al benessere della persona e alla riscoperta della città. Le nostre imprese si stanno organizzando per rimanere aperte anche durante i ‘Giovedì in musica’. Si potrà andare dal parrucchiere o ricevere un bel massaggio dopo un aperitivo e prima di ascoltare della buona musica”.

L’assessore Doriana Rodino conclude: “Abbiamo raggiunto un risultato insperato. Queste serate saranno sì in formato ‘distanziato’, ma credo che le persone abbiano veramente voglia di stare fuori, ritornare a una situazione di pseudo normalità. E stasera, anche se in modo ridotto, partono già i venerdì sera in Pinacoteca”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. claudiotheram
    Scritto da claudiotheram

    quindi praticamente lasciano le strade aperte al traffico….. così se qualche esercente dovesse tenere aperto avrebbe pure l’onere di non far assembrare troppa gente su 1 metro di marciapiede

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.