IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, l’accusa di Enpa: “Pescatori di frodo alla Margonara”

A destare sospetti il ritrovamento di decine di pesci morti, forse scaricati dai pescatori per l'avvicinarsi di una motovedetta

Più informazioni su

Savona. Alcune decine di pesci morti galleggiavano ieri davanti alla spiaggia della Margonara, subito fuori del porto di Savona. Lo denuncia la Protezione Animali, i cui volontari sono stati chiamati da alcuni bagnanti e li hanno fotografati.

“E’ probabile – spiega l’Enpa – che si tratti di parte delle vittime di pescatori sportivi, scaricate in acqua per l’avvicinarsi di una motovedetta che avrebbe potuto accertare un quantitativo di prede superiore al consentito; le guardie zoofile volontarie dell’Enpa stanno svolgendo accertamenti e relazioneranno alla Capitaneria, in caso di evidenze penali”.

Le pesca sportiva è permessa quasi ovunque nelle acque del cosiddetto Santuario dei cetacei, con le stesse limitazioni del mare libero; Enpa lamenta da tempo che “il quantitativo giornaliero permesso, cinque chili, è eccessivo e favorisce soltanto la vendita in nero a ristoranti compiacenti. Addirittura i pescasportivi possono usare anche attrezzi professionali non selettivi come i parangali e le nasse; in tanti anni di esistenza, solo sulla carta secondo l’Enpa, del Santuario dei cetacei, non si è neppure avuto il coraggio di proibirli almeno nel suo territorio”.

“Per fortuna, in questa tragica situazione del Mediterraneo, con i tre quarti delle specie marine in preoccupante diminuzione ed un quarto in via di estinzione, a difenderlo davvero ci sono solo gli uomini della Guardia Costiera e degli organi di polizia che hanno mezzi e personale addetti alla vigilanza in mare (Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Carabinieri, etc.)”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.