Contesto

Parco Monticello a Spotorno, le minoranze: “Atti vandalici, urla e schiamazzi notturni: amministrazione incapace di garantire ordine”

"Una totale assenza e disinteresse che non fa altro che alimentare una profonda insofferenza nei confronti di quel che resta dell'amministrazione Fiorini"

monticello spotorno

Spotorno. Urla, schiamazzi notturni e atti vandalici. Sono questi i problemi che affliggono il Parco Monticello di Spotorno secondo i consiglieri di minoranza Franco Riccobene (Adesso Spotorno), Franco Bonasera e Massimo Spiga (Spotorno che Vorrei) e Matteo Marcenaro (Spotorno nel Cuore).

“In questi giorni di piena estate abbiamo registrato numerosi atti vandalici sia nel Parco Monticello, che nei sottopassi e sulla passeggiata a mare. Atti a cui si aggiungono costantemente urla e schiamazzi notturni. Diversi cittadini hanno espresso il loro disappunto sui social per il mancato controllo pubblico serale e notturno che consente a pochi imbecilli di agire indisturbati”.

“Particolarmente grave riteniamo la situazione del Parco Monticello in cui ogni sera molti ragazzi si divertono con i giochi destinati ai bimbi recentemente installati, ma come spesso accade per questa amministrazione subito dimenticati a loro destino. Questi ragazzi oltre a divertirsi con attrezzature certamente non pensate per persone della loro taglia si lasciano andare a iniziative assai pericolose come quella di gettare sassi sui giochi stessi vedendo chi tra loro è il più abile a centrarli. Questi ‘divertimenti’ vanno avanti per buona parte della notte ed in alcuni casi fino alle prime luci dell’alba, con grande disappunto di turisti e residenti che si vedono privati del loro diritto al riposo”.

“Queste situazioni ci lasciano particolarmente stupiti in considerazione del tanto sbandierato accordo con il Comune di Noli per unificare i comandi di polizia locale con l’obiettivo di migliorare il controllo del territorio, garantendo anche la sorveglianza notturna, che nel periodo estivo è un servizio assolutamente indispensabile. Purtroppo, in questi anni, abbiamo dovuto assistere all’effetto contrario con un progressivo indebolimento del corpo di polizia locale che, ovviamente, vista la situazione, non è più in grado di effettuare l’importante controllo serale e notturno, che ancor più in questo periodo post lockdown risulta essere fondamentale. Così come il progetto sicurezza è rimasto assolutamente fermo alle 50 telecamere di video sorveglianza, posizionate peraltro dalla precedente amministrazione. Nonostante le nostre sollecitazioni e le parole/promesse vane del sindaco non si è visto più nulla”.

“Non è possibile che alla mattina si debbano raccogliere cocci di bottiglie e lattine abbandonate al loro destino, perché durante la notte non si è stati in grado di garantire quiete e sicurezza, lasciando il paese allo sbando totale. L’effetto è quello di registrare un profondo disagio nei confronti del turismo che sappiamo quanto valga per la nostra costa in termini di lavoro e occupazione. Ed è particolarmente curioso che con una stagione senza spettacoli, ma con la Tassa di Soggiorno incamerata, l’amministrazione non sia stata in grado di garantire almeno un servizio di controllo privato con la presenza significativa di pattuglie durante l’orario notturno. Una totale assenza e disinteresse che non fa altro che alimentare una profonda insofferenza nei confronti di quel che resta dell’amministrazione Fiorini”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.