IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Melis (M5S): “Albenga magnifica. Regione lavori su sanità, scuola, dissesto idrogeologico e turismo”

"Una città dalle enormi potenzialità che vuole riaffacciarsi con forza sul ponente savonese"

Albenga. Tappa ad Albenga e incontro con il sindaco Riccardo Tomatis, nella mattinata di ieri (6 luglio), per il consigliere regionale Andrea Melis (Movimento 5 Stelle). Un’occasione per vedere da vicino una città che “ben conosce” e che considera “magnifica e dalle eccellenti potenzialità”. 

Andrea Melis

Ma, allo stesso tempo, “deve anche fare i conti con alcune criticità” che, sempre secondo l’esponente pentastellato, “non sono state affrontate nel modo corretto”, in particolare “da parte dall’attuale amministrazione regionale”. E con le elezioni regionali alle porte (in programma il prossimo settembre), è stata un’occasione per Melis per fare il punto sulla situazione ingauna, su quanto è stato fatto e, soprattutto, su quanto ancora c’è da fare. 

Si parte da una notizia di stretta attualità, ovvero la riapertura del Punto di Primo Intervento del Santa Maria di Misericordia. Ma, secondo Melis, in tema di sanità per Albenga si presenta il classico “bicchiere mezzo vuoto”. 

“È vero che ha riaperto il Ppi del Santa Maria di Misericordia, ma qua veniamo da due grandi temi, – ha esordito il consigliere regionale. – Il primo è che già anni fa si faceva una battaglia per avere un pronto soccorso, che è ben altra cosa rispetto ad un Ppi. Il secondo tema, invece, quello veramente importante, è il processo di esternalizzazione a soggetti privati che, tra ricorsi e controricorsi, non ha concluso nulla, ma ha solo impoverito ancor di più l’ospedale per il quale, ad oggi, purtroppo, non c’è un vero futuro. E questa cosa noi la contestiamo con forza, da tempo. L’ospedale di Albenga ha tante potenzialità, ma deve essere pubblico e con un pronto soccorso vero”.

E le problematiche di Albenga passano anche dal dissesto idrogeologico e dalla lunghissima vicenda che ha riguardato la situazione dei rii Fasceo e Carendetta, di cui il consigliere Melis si è interessato in prima persona. 

“Si tratta di temi che ho sempre seguito con grande attenzione in questi anni, – ha proseguito. – In primis, la situazione dei rii Fasceo e Carendetta, dove ho anche svolto diversi sopralluoghi e per i quali mi sono interfacciato più volte con gli uffici della Regione dando il mio contributo, benché forza di minoranza, perché si potessero ottenere questi fondi e si potessero fare gli interventi per prevenire il dissesto idrogeologico in zone altamente produttive e importantissime per il tessuto economico della città di Albenga”. 

Una città che, dopo un lunghissimo e difficile iter, è pronta ad avviare (la speranza è di indire la gara entro la fine del 2020), la realizzazione del tanto atteso polo scolastico, che troverà dimora al posto della vecchia caserma Turinetto. Uno dei temi che è stato al centro dell’incontro di ieri tra Melis e il primo cittadino Tomatis. 

“Un altro settore per noi fondamentale è quello della scuola, – ha aggiunto ancora il consigliere regionale dell’M5S. – Abbiamo seguito con attenzione anche il percorso nato attraverso il bando Inail, a cui ha avuto pieno accesso il Comune di Albenga, per la realizzazione del Polo Scolastico ingauno. Proprio ieri mattina, sono stato a colloquio con il sindaco Riccardo Tomatis, che mi ha aggiornato sulle date presunte di demolizione della vecchia caserma e di costruzione della nuova scuola. L’attenzione da parte nostra su questo tema è sempre altissima”.

Albenga, o meglio il vicino aeroporto di Villanova d’Albenga, dove è iniziato l’addestramento delle squadre proprio da una manciata di giorni (la scorsa settimana), offre anche lo spunto per guardare ad una tema regionale, ma che “tocca” decisamente anche Albenga (e che IVG ha seguito con attenzione): la privatizzazione del servizio elisoccorso contro cui il Movimento 5 Stelle, in particolare in Regione, si è sempre battuto. 

Il servizio di elisoccorso affidato ai vigili del fuoco ha una tradizione importantissima in Liguria e doveva essere quella la strada maestra da seguire, – ha spiegato Melis. – Invece, si è scelto di affiancare, con un bando, a soggetti privati, una parte del servizio: si spenderà sicuramente molto di più e non è detto che ci sia lo stesso livello di qualità che i vigili del fuoco erano invece in grado di garantire. Non si capisce perché Regione Liguria non abbia fatto in modo che il servizio potesse essere mantenuto in capo ai vigli del fuoco, in particolare modo nel periodo in cui c’era il leader della Lega Matteo Salvini a riaprire il ruolo di ministro dell’Interno”.

Infine, ritornando di nuovo direttamente su Albenga, un passaggio sul turismo e sulle potenzialità di una città che lo stesso Melis definisce “unica nel suo genere”. 

Albenga è davvero una città magnifica, con un centro storico bellissimo ed è sicuramente votata anche ad un turismo culturale e di qualità, – ha dichiarato in conclusione Melis, proprio di fronte alle storiche torri ingaune. – Qui c’è una città che vuole rifarsi e riaffacciarsi prepotentemente sul ponente savonese. E può farlo a pieno titolo perché una realtà importante e con numerose potenzialità”, ha concluso. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.