IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Lo Scaletto va pagato”: Autorità Portuale chiede 400 euro per l’ok alla spiaggia per disabili a Savona foto

Cappello (cooperativa sociale Laltromare): “Comune ha detto 'sì' a pagamento. Speriamo nel via libera entro 24 ore”

Savona. Sembrava mancasse solo la firma di un dirigente di Autorità Portuale. E quella, in effetti, manca ancora all’appello, ma per un motivo: secondo la Port Authority da quest’anno la concessione dello Scaletto senza Scalini non potrà più essere a titolo gratuito, bensì oneroso. 

"Scaletto senza scalini": l'incontro

Ecco la ragione per cui la cooperativa Laltromare non ha ancora aperto la spiaggia attrezzata per i disabili: da quest’anno lo Scaletto va pagato. E i fondi sono stati stanziati, proprio pochi minuti fa, dalla giunta Caprioglio, mettendo così un altro, importante tassello sul percorso di riapertura dello “Scaletto senza scalini”, la spiaggia libera attrezzata delle Fornaci dotata di una serie di servizi gratuiti per garantire la balneazione accessibile e sicura alle persone affette a Sla e dalle altre disabilità.

Lo ha spiegato Ugo Cappello, della sociale Laltromare, nella tarda mattinata di oggi, al termine dell’incontro che si è svolto nella spiaggia di via Nizza. L’invito lanciato ieri è stato accolto da 7 consiglieri comunali di minoranza: Manuel Meles, Andreino Delfino e Milena Debenedetti (M5S), Barbara Pasquali e Elda Olin (Italia Viva), Marco Ravera (Rete a Sinistra), Elisa Di Padova (Pd). Non erano invece presenti esponenti di maggioranza o dell’amministrazione (che, però, era impegnata negli stessi minuti a deliberare lo stanziamento per sbloccare la situazione).

“Pareva mancasse solo la firma, – ha spiegato Cappello, – ma in realtà abbiamo scoperto solo ieri che c’era di mezzo un’altra di una richiesta di ente porto, che ha chiesto al Comune, in quanto interlocutore preposto, il pagamento di un tributo perché questa non può essere più considerata una cessione a titolo gratuito, ma una cessione a titolo oneroso”. 

“Proprio pochi minuti fa, la giunta di Savona ha deliberato il pagamento del tributo e dovremmo aver risolto il problema. Serve ancora la famosa firma, vero, ma la strada è spianata. Aspettiamo e concediamo i cosiddetti tempi tecnici: mi auguro di avere una risposta entro le prossime 24 ore per poter iniziare a lavorare. Ricordo, infatti, che abbiamo assunto 12 persone e che per 8 giorni non riceveranno lo stipendio”, ha concluso.

Inoltre, forti sono anche le richieste di chi, del servizio, vorrebbe usufruirne già da subito. Oltre 20, infatti, solo lo scorso venerdì, le richieste di prenotazioni pervenute alla cooperativa sociale “Altromare”, che gestisce il progetto. 

“In previsione della riapertura, – ha aggiunto ancora Cappello, – venerdì scorso abbiamo attivato il servizio di prenotazione, via telefono, e la risposta è stat impressionante. Sono state ben 21 le richieste di prenotazione ricevute, in gran parte provenienti da fuori Savona. È la dimostrazione di quanto possa essere attesa questa apertura e di quanto sia importante per le persone che non hanno la fortuna di andare in spiaggia da sole”. 

Intanto, il sindaco Caprioglio ha comunicato che “questa mattina è stato approvato in giunta, con le modifiche concordate con Autorità di Sistema Portuale, il protocollo d’intesa per l’attivazione del servizio di sicurezza ed assistenza ai bagnanti presso l’arenile destinato alla pubblica fruizione in località Fornaci con attivazione dei servizi complementari”.

Con questo “si è concluso un lungo iter reso più complesso quest’anno dall’emergenza sanitaria e dalle conseguenti disposizioni governative in materia di contenimento del contagio. È stato svolto un grande lavoro da parte dell’amministrazione comunale, di AdsP e dell’associazione al fine di garantire l’apertura, nonostante la difficile situazione creatasi dall’emergenza sanitaria, contemperando le esigenze di tutela della salute pubblica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.