IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Interrotta per un mese e mezzo la linea ferroviaria Genova-Milano: “Rischio paralisi per la Liguria” foto

Se non si posticipano i lavori si aggraverebbe la situazione del traffico pesante sulle autostrade

Liguria. Dal 24 luglio a inizio settembre la linea ferroviaria Genova-Milano via Mignanego sarà interrotta per i lavori del Terzo Valico e il traffico sarà deviato su percorsi alternativi. E cresce la preoccupazione del settore merci per quella che sembra la goccia in grado di far traboccare il vaso già colmo di disagi per le chiusure in autostrada.

Federlogistica lancia un appello al ministro Paola De Micheli per chiedere di posticipare i lavori di almeno tre settimane. “Il sistema portuale ligure non reggerebbe contemporaneamente il blocco autostradale e quello ferroviario”, spiega il presidente di Federlogistica Conftrasporto-Confcommercio, Luigi Merlo.

L’unica alternativa ferroviaria resterebbe la linea via Ovada che ha “capacità limitata ed è già satura”. Il rischio, secondo Federlogistica, è la paralisi. Mentre con il rinvio si supererebbe il periodo fra fine luglio e le prime due settimane di agosto in cui il traffico stradale è più intenso.

“Se i lavori non venissero posticipati, si aggraverebbe ulteriormente il traffico pesante sulle autostrade, già bloccate, proprio durante l’esodo vacanziero. Siamo fiduciosi che la nostra proposta di buon senso possa essere accolta” conclude Merlo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.