IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Gran Galà Special 2020 della Cantera Torre de Leon

Lo speciale del Ct Vaniglia

Più informazioni su

Che strana sensazione quella che siamo costretti a provare in questo inizio di estate dell’epoca post emergenza Coronavirus. Nel mentre si fanno i tentativi di ritorno alla quasi normalità e i vari impianti locali pullulano di stages, campus, centri solari, Educamp e tante altre attività ludico-motorie nel segno di un’auspicabile ripresa, c’è chi soffre per non poter spiegare le vele verso le oramai tradizionali spedizioni in terra straniera per misurarsi, difendendo l’onore e l’orgoglio delle nostre eccellenze calcistiche giovanili, nei più prestigiosi tornei internazionali.

Da ben 34 anni infatti mister Felicino Vaniglia, i suoi qualificati staff e le sue magiche band, regalano meravigliosi sogni a ragazzi che non potranno mai più dimenticare le emozioni provate. Da 9 stagioni la destinazione prescelta è stata la Catalunya, buen retiro ideale in grado di offrire eventi fantastici, vacanze divertenti e relax, il tutto in grande sicurezza e benessere.

Pur dovendo rinunciare per ovvi problemi organizzativi (la Komm Mit, dopo tentennamenti e rilanci ha deciso in sintonia con la Uefa – Fifa di saltare questa edizione e di conseguenza la sua referente italiota Sporturismo diretta magistralmente dal dott. Daniele Martini ) ad oltrepassare i confini nazionali, il comitato direttivo del noto sodalizio sta mettendo al vaglio diverse opportunità da celebrarsi in loco, non ultimo la disputa della Savona Cup, della Savona Cup Young, della Cantera Mondial Emergency Cup di cui a breve verranno date le coordinate del caso. Nel frattempo si è deciso in accordo con l’assemblea generale di dar luogo ad una “reunion” vista la coincidenza del termine degli esami di maturità e dell’annata agonistica, avvenute in simbiosi in data 30 giugno.

Siamo così quasi giunti agli sgoccioli, perché mancano pochi giorni al consueto e trepidante evento che tutti gli afecionados dell’inimitabile team stanno aspettando. Stiamo parlando della straordinaria serata di gala organizzata dalla Cantera Torre de Leon che si svolgerà presso il Circolo Rossoblù a Vado Ligure (campo Dagnino) sabato 4 luglio a partire dalle 20.30 ed avrà come sempre uno scopo benefico visto che l’eventuale ricavato ad offerta libera sarà devoluto dal club biancorosso in beneficenza.

Nel corso della simpatica manifestazione verranno premiati alcuni tra i migliori dei vari talenti prescelti, da parte di personaggi di spicco del firmamento del pallone e non solo. Una empatica rimpatriata in cui verrà servito un giro pizza in musica e nel corso della quale verranno ricordati tutti coloro che con tanto impegno, senso di appartenenza ed attaccamento ai colori sociali hanno consentito quella inimmaginabile cavalcata che ha portato a trionfare in ambito europeo i vivai ponentini e dei dintorni, visti i contributi sportivi che sono pervenuti sia da fuori provincia che da fuori regione, a testimonianza della bontà del progetto.

L’ambiente intero è raggiante per gli eccezionali risultati ottenuti negli scorsi periodi compreso il Torneo Sfondareti e la Supercoppa Libertas e vorrà ancora una volta suggellare il bellissimo momento che l’associazione sta vivendo attraverso le parole del suo portavoce ufficiale, il presidente ing. Piero Pirola: “Il bilancio dell’annata scorsa ancora una volta è stato estremamente positivo, prova ne è che il nostro responsabile tecnico/organizzativo dott. Felicino Vaniglia è stato già riconfermato per il 2021 con voto ad unanimità da parte dei componenti dell’assemblea straordinaria riunitasi il 28 giugno, sia per le sue indiscusse capacità tecnico/tattiche (che non abbiamo certo scoperto noi e che non necessitano di verifiche: parlano da soli i traguardi raggiunti) sia per lo spessore umano e formativo che  contraddistingue la sua azione. Vorrò ringraziarlo a nome del direttivo unitamente a tutti i componenti degli qualificati staff di cui usa circondarsi, per essere riuscito a centrare con merito tutti gli obiettivi che ci eravamo riproposti di perseguire e per incoraggiarlo a portare a termine nella stessa vincente maniera quanto stiamo allestendo per questo entrante bimestre luglio-agosto 2020. Diversi dei talenti selezionati in passato si sono inoltre già inseriti o stanno per farlo in organici di caratura professionistica, arricchendo la nostra eccezionale ‘hall of fame’. Dopo l’Estrella Dorada,  la ‘Pergamena di benemerenza’ e la ‘Bandera Maresme’ ci è stato conferito dalla Federazione Catalana di Andreu Subies un altro prestigioso riconoscimento: la ‘Copa Lealtad’ e in virtù delle iniziative di solidarietà intraprese in questo tempo Covid l’Ajuntamento di Matarò sta per premiarci con una Targa Fedeltà.Questo Gran Galà 2020 della Cantera Torre de Leon sarà proprio ‘speciale’ in quanto pur non potendo partire vorremo ricordare, ‘all together’ i 16 primi posti, quattro secondi e cinque terzi su 25 partecipazioni all’estero, conquistati lottando e soffrendo insieme e verrà aperto anche ai partecipanti delle altre attività Libertas che indistintamente nascono a seguito dell’instancabile e dinamica iniziativa del presidente regionale cav. Roberto Pizzorno, nonché delegato Coni. Saranno presenti pertanto gli atleti e i dirigenti che hanno partecipato con merito a tutte le nostre imprese, mixando le manifestazioni competitive agli eventi solidaristici. Siamo orgogliosi di allargare continuamente  la nostra famiglia inserendo sempre nuova linfa, un’opera indispensabile per favorire il riaggiornamento delle nostre proposte, anche se il boom di iscrizioni che abbiamo registrato in maggio e giugno attesta, ce ne fosse ancora bisogno, la bontà del progetto fondativo, un format che da tempo è sulla cresta dell’onda e che desta sempre più curiosità ed interesse. Meglio di così non si poteva immaginare.Come presidente sono fiero di aver ricevuto email, messaggini e vive testimonianze, di famiglie che sarebbero state disposte a correre qualche rischio calcolato pur di presenziare e di starci vicini moralmente. Adesso non resta che migliorarci una volta di più, proponendoci di resettare talune modalità gestionali per corrispondere ancor più compiutamente alle esigenze dei ragazzi che con tanto slancio ci hanno seguito, ci seguono e ci seguiranno. Lo faremo, statene certi, non dimenticando di certo le nostre radici e a tal fine vogliamo che venga reso un doveroso tributo a coloro che pionieristicamente hanno creduto nella bontà del concept Cantera sorreggendolo nel tempo. Più di settecento minicalciatori savonesi ed altrettanti accompagnatori che con il loro impegno e con la loro passione sono riusciti a trasformare un sogno in una splendida e viva realtà”.

Ed infine il cordiale saluto/invito del motivatissimo e mai domo mister Vaniglia, sempre sul pezzo e già proiettato al futuro come nel suo stile: “La Cantera Torre de Leon attraverso le sue formidabili iniziative propone ai suoi eccezionali ragazzi una filosofia, un metodo, uno stile, un modo di vivere lo sport/calcio, che permettano di dilatare il più possibile le occasioni per far emergere il loro istintivo talento, avendo come stesso minimo comune denominatore basi che poggiano salde sull’impegno e lo spirito di sacrificio sintetizzabili nella massima che «per diventare campioni bisogna prima essere uomini veri: le doti innate, da sole non bastano. Siamo oramai una leggendaria e quotatissima associazione che per stare al passo con le nascenti esigenze di rinnovamento e a tutte le nuove tutele richieste, si è affiliata dal 2017 alla Fortezza Savona Libertas (una accogliente ASD registrata Coni) riuscendo dal punto di vista sportivo ad approdare a traguardi che che hanno via via allungato la già ricchissima e trionfale bacheca, spostando i limiti dei risultati perseguibili ad un passo dall’impossibile. Limiti che il nostro prestigioso team biancorosso cercherà di superare anche in questa difficile e complicata l’estate 2020 partecipando a kermesse dal sapore nostrano. Provare con dedizione, competenza ed entusiasmo a preparare queste pattuglie di futuri campioni continuerà ad essere il fine e la molla che ci spinge a dare tutto noi stessi. Finché avremo fede nella nostra causa e una volontà indomabile di emergere (questo riteniamo sia di fatto il segreto che sta dietro ad ogni nostra affermazione), la vittoria (che si sa, sta nel pugno di pochi) non ci sarà negata. Voglio concludere dedicando a tutti i tantissimi nostri sostenitori queste sole bellissima parole, che di questi tempi ritengo brilli ancora come vecchia moneta: Grazie raga! Andrà tutto bene! Ce la faremo!”.

Statene certi: “Finirà anche la notte più buia e risorgerà il sole”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.