IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale Ambiente, 18 candidature per il nuovo Cda: c’è anche l’ex dg Tiziana Merlino

Per la prima volta un bando per il nuovo presidente e i due consiglieri. Il sindaco Frascherelli: "Scelta sulla base di competenze e titoli"

Finale Ligure. Sono in tutto 18 le candidature pervenute per l’avviso pubblico in vista della prossima composizione del nuovo Cda di Finale Ambiente, la società partecipata del Comune di Finale Ligure. In data 23 giugno era stato pubblicato sull’Albo pretorio del Comune finalese l’apposito bando, considerando la scadenza degli incarichi per l’attuale presidente Fulvio Carzolio e per i due consiglieri Antonio D’Acorte e Maria Cristina Tosi.

Nel documento di avviso è stata richiamata la deliberazione del Consiglio comunale n. 39 dell’11 giugno 2019 avente ad oggetto: “Definizione degli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune e del Consiglio presso enti, aziende ed istituzioni”, un impegno assunto nella sede del parlamentino finalese grazie ad un ordine del giorno, approvato all’unanimità, proposto dal consigliere comunale Tiziana Cileto del gruppo “Per Finale”.

Negli anni passati è sempre stato il sindaco ad avere competenza in materia di nomina e revoca degli organi di Finale Ambiente, ora una nuova procedura sulla base dell’art 17 dello statuto societario. Una novità arrivata anche in relazione al pressing dell’associazione “Avviso Pubblico” (nata per promuovere la cultura della legalità nella politica e nella Pubblica Amministrazione), sostenuta anche da “Libera”, nell’ottica di una maggiore trasparenza nella nomina di Cda relativi a società partecipate di natura pubblica, un invito che era stato fatto proprio e sollecitato dallo stesso gruppo consiliare “Per Finale” fin dal 2015.

Tra i 18 nomi pervenuti spicca quello dell’ex direttore generale di Finale Ambiente Tiziana Merlino, che aveva lasciato l’incarico per ricoprire il medesimo ruolo in Amiu a Genova, oltre ad essere consigliere della società Iren. Un “come back” per un altro ruolo nella partecipata finalese. Ma non solo lei: l’attuale presidente Fulvio Carzolio non si è candidato, decidendo per concludere il suo lungo percorso ai vertici della società partecipata, ma ci sono gli altri due attuali consiglieri del Cda, ovvero Antonio D’Acorte e Maria Cristina Tosi.

Ecco gli altri 15 candidati: Giacomo Buscaglia, Adriano Patitucci, Franco Mantero, Valeria Garotta, Sara Porchetto, Vittorio Anobile, Davide Milano, Antonio Scafuro, Marco Genta, Giuseppe Morandi, Adriano Colombo, Daniela Negro, Francesco Montanaro, Guido Lugani e Michele Spotorno.

Così, dopo il bando che l’anno scorso aveva portato alla nomina del nuovo direttore generale Simona Ferrando, vincitrice della graduatoria, la partecipata finalese avrà a breve un nuovo Cda sulla base delle candidature arrivate entro la data di ieri, 8 luglio. La scelta sarà presa durante la prossima assemblea dei soci convocata per il prossimo 27 luglio.

“Siamo soddisfatti dell’elevato numero di candidature pervenute per il prossimo Cda – afferma il sindaco di Finale Ligure Ugo Frascherelli -. In merito all’avviso pubblico proposto opereremo sulla base di criteri legati a titoli, professionalità e competenze idonee per il ruolo e la funzione che il prossimo presidente e gli altri due consiglieri andranno a ricoprire”.

Tra le sfide immediate della Finale Ambiente: il progetto del nuovo capannone e della nuova sede, fermo al palo anche in relazione allo stop legato all’emergenza Covid, ma soprattutto la negoziazione in essere nell’ambito dei ciclo integrato dei rifiuti. Finale Ambiente sarà integrata nella gestione dei rifiuti dalla SAT di Vado Ligure dal 2021, comportando un riassetto complessivo al suo interno. Tuttavia si dovrà operare anche sugl’altri servizi: i parcheggi, l’area camper, i cimiteri, le spiagge e il porticciolo turistico che attende nuovi interventi e un piano di rilancio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.