IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coronavirus, 34 mila chiamate al numero verde regionale: da domani non sarà più attivo

Bilancio positivo del canale telefonico diretto messo in funzione in piena emergenza

Liguria. “Cessata la fase emergenziale critica e considerato il calo rilevante delle chiamate, il numero verde regionale creato per l’emergenza Covid-19 non sarà più attivo a partire da domani, 1° agosto 2020”.

Lo afferma la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale, sottolineando il bilancio positivo di questo canale telefonico diretto messo in funzione in piena emergenza Covid-19: “Il numero verde regionale, attivato il 18 marzo scorso, ha guidato e orientato i cittadini che avevano necessità di ricevere informazioni sull’emergenza in atto – continua Sonia Viale. Il numero verde ha ricevuto oltre 34.000 chiamate, 10.200 nei soli primi dodici giorni di attivazione, a supporto degli utenti nell’ambito di diverse tematiche: spostamenti, rientri dall’estero, seconde case, interpretazione linee guida in relazione alle attività economiche e non solo. Resta attiva – conclude l’assessore – la casella di posta dedicata alle informazioni coronavirus sonoinliguria@regione.liguria.it”.

Le chiamate sono state numerose anche in concomitanza della pubblicazione dei diversi decreti del Presidente del Consiglio dei ministri e delle ordinanze regionali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.