IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caos autostrade, Benveduti: “Liguria resiliente alle avversità, si batterà contro l’inadeguatezza del Governo”

"De Micheli si ricorda del nostro territorio solo quando è ora di tagliare nastri"

Genova. “La ‘narrazione’, questa volta reale, degli ultimi anni ha descritto una Liguria resiliente, capace di assorbire i numerosi urti senza mai precipitare. Un atteggiamento che incarna non solo la nostra tradizione ma anche il lavoro di squadra messo in campo dalle istituzioni e le categorie economiche del territorio. Non permetteremo a nessuno, neppure all’illustrissima signora De Micheli, che si ricorda del nostro territorio solo quando è l’ora di tagliare nastri, di negare un’evidente realtà”. È il commento dell’assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti all’odierno corteo di protesta contro il caos autostradale.

“Per questo continueremo, ostinatamente, a combattere anche l’inadeguatezza e la spregiudicatezza di chi ci governa, e dovrebbe pensare al bene dei suoi cittadini, anziché alla comodità della propria poltrona – continua l’assessore – È inaudito che ancora oggi il territorio debba rivendicare le proprie istanze, paralizzando ulteriormente la città, per farsi ascoltare da un ministero che si è dimostrato sordo agli appelli del territorio”.

“Che ne dica il ministro, il danno dettato dalle chiusure autostradali non sarà solo nell’immediato ma anche prospettico – aggiunge Benveduti – Fra qualche anno, quando i ‘tappulli’ non basteranno più, cosa faremo? Siamo al fianco degli operatori oggi scesi in piazza nel richiedere da subito e con forza un risarcimento compensativo di ciò che stiamo subendo in termini di opere infrastrutturali”.

“Sarebbe preoccupante vedere la signora De Micheli all’inaugurazione del nuovo ponte di Genova, che ricordiamo non aver votato a favore del decreto Genova, nuovamente priva di risposte alle categorie economiche liguri e senza aver apportato la propria firma all’avvio dei lavori della Gronda – conclude l’assessore regionale – Non dimenticandoci di opere strategiche come il Terzo valico, il nodo ferroviario genovese, il raddoppio della linea Genova-Ventimiglia, la Pontremolese e il tunnel della Fontanabuona. Temi infrastrutturali su cui la Liguria si gioca il proprio futuro e che necessitano una volta per tutte di risposte”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.