IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairese, Diego Alessi torna per la quarta volta: “Sono molto contento, per me è una famiglia”

Il bomber: "Spero di far gioire i tifosi come ho fatto negli anni passati"

Cairo Montenotte. Si è ufficialmente aperto il quarto capitolo del rapporto tra il bomber Diego Alessi e la Cairese. La voglia di fare bene è tanta e traspare dalle parole rilasciate all’addetto stampa Daniele Siri.

Diego Alessi

Un’ambizione che non può che motivare e trascinare i tanti giovani che nel prossimo campionato di Eccellenza vedranno in Alessi un punto di riferimento non soltanto nel rettangolo verde.

Nell’intervista realizzata dall’addetto stampa dell’Asd Cairese 1919, Alessi dichiara: “Sono molto contento, per me è una famiglia, a partire dalla società, dai vari Giribone, Formica, al presidente Bertone e poi soprattutto la parte più importante che sono tutti i miei compagni che ritrovo dopo tante partite giocate insieme, vedi Piana, Doffo, Moraglio, con cui sono stato diversi anni, più tutti i ragazzi di Cairo. Ci siamo tolti grosse soddisfazioni insieme, spero che ce ne toglieremo anche quest’anno“.

Alessi ritroverà come allenatore Mario Benzi, che nel 2010 fu il suo primo mister con i gialloblù. “Non ho un bel ricordo, non per Mario ma per la stagione, perché l’unico mio grosso infortunio ce l’ho avuto proprio appena arrivato, dopo un mese, un mese e mezzo. In questi giorni ci siamo sentiti per telefono e scherzando, dicevamo ‘speriamo che sia diverso, ti devo qualche gol in più‘. Quindi mi impegnerò sicuramente a fondo“.

Diego è reduce dall’esperienza nella categoria superiore col Vado. “Sicuramente è stato bello andare in Serie D a 37 anni, è stata una bella esperienza; ho conosciuto tante persone, tanti ragazzi con cui ho un buonissimo rapporto. Adesso è finita quella pagina e ne abbiamo un’altra, sperando sia più bella di quella passata“.

A quali obiettivi potrà ambire la Cairese? “Io sono uno che non si accontenta mai e per me dovremo scendere in campo per vincere tutte le partite. Non so se sarà primo, secondo, quinto o settimo posto, io gioco per stare lassù, caratterialmente. Sono sicuro che diversi miei compagni la pensano come me, vedremo cosa succede. L’importante è metterci il massimo e giocarsi ogni partita alla morte per portare a casa i tre punti“.

Tre stagioni fa Alessi realizzò 26 gol in Promozione, vincendo il titolo di capocannoniere; l’annata seguente ne segnò 18 in Eccellenza. I tifosi della Cairese avranno sicuramente gradito il suo ritorno. “Spero di farli gioire come ho fatto negli altri anni. Mi auguro di farne altrettanti quest’anno e di far divertire più che posso la gente di Cairo“.

Probabilmente Saviozzi lascerà la squadra. “Il bene che voglio a Francesco è tanto. Mi sento di dirgli che gli auguro il meglio dalla professione del calcio. Se dovesse arrivargli qualche categoria superiore dove potrà provare a dimostrare qualcosa di più farò sicuramente il tifo per lui. Se dovesse rimanere qua – conclude Alessi -, sarei molto più contento di giocare insieme“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.