IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Autostrade, Toti al Mit: “Dal 15 luglio doveva tornare normalità. La Liguria non vi crede più”

“Con la notte appena trascorsa Aspi avrebbe dovuto concludere almeno i lavori e le ispezioni nelle gallerie”

Liguria. “Autostrade liguri chiuse a tratti, nodo di Genova paralizzato, cittadini bloccati per l’ennesima giornata in auto. E pensare che il ministero delle Infrastrutture si era impegnato anche con i sindaci liguri, promettendo prima che la situazione sarebbe tornata alla normalità il 10 luglio, poi il 15. È questo che intendevate? Menzogne su menzogne e nessuna soluzione concreta… la Liguria non vi crede più!”, così il presidente della Regione Liguria in un ennesimo sfogo sui social network sulla situazione delle autostrade.

Con la notte appena trascorsa Aspi avrebbe dovuto concludere almeno i lavori e le ispezioni nelle gallerie per cui, in caso di prolungamento delle attività, non si può procedere ad aperture straordinarie delle tratte a doppio senso, ma anche stamani si sono verificati problemi e lunghe code.

In realtà con questo 15 luglio non è detto, purtroppo, che la situazioni si sblocchi ma soltanto che ci sia un miglioramento progressivo visto che comunque le attività ispettive e le manutenzioni proseguiranno comunque fino alla fine del mese, almeno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.