IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Autostrade, nessuna tregua: “Disagi inevitabili per tutto il mese di luglio” foto

Toti: "Si siedano a un tavolo o agiremo in via giudiziaria per chiedere i danni"

Liguria. I disagi sulle autostrade si estenderanno “inevitabilmente per tutto il mese di luglio”. La comunicazione ufficiale di Autostrade gela la Liguria in questa estate, che sarà ricordata forse più per i cantieri e le code che per il Covid.

Aspi ha comunicato al ministero dei trasporti la situazione, in un carteggio inviato al presidente ligure Giovanni Toti poche ore prima della scadenza dell’ordinanza con cui la Regione ha intimato alla società concessionaria e al Mit di inviare un nuovo piano compatibile con le esigenze di mobilità.

“Senza un cambiamento del piano di controlli – ha riferito Toti in un punto stampa convocato allo scopo – dal 10 luglio termineranno gli interventi in corso, ma la fase ispettiva successiva non si limiterà a chiusure notturne, ma potrebbe comportare chiusure diurne anche per tutto il mese di luglio, tanto è vero che il concessionario scrive al Mit se esistano i presupposti tali da cambiare il programma di ispezioni come richiesto dalla Regione Liguria”.

Prosegue, insomma, lo scontro tra Autostrade e ministero dei trasporti a spese dei liguri (e non solo) che continuano a stare in coda. Solo ieri la ministra De Micheli assicurava che entro il 10 luglio i disagi sarebbero terminati e che su tutto il nodo genovese sarebbero state riaperte due corsie per senso di marcia negli orari diurni.

Prospettiva che corrisponde alle richieste avanzate da Toti e Bucci, ma non alle previsioni di Autostrade che ha chiesto al ministero di modificare di nuovo la tecnica dei controlli nelle gallerie, pena il prolungarsi dell’agonia per viaggiatori e pendolari.

“A mezzanotte scadono i tre giorni dell’ordinanza – ricorda Toti -. Noi avevamo chiesto una revisione del piano di controlli tale da garantire la sicurezza della rete ma anche la percorribilità. È arrivata una sola risposta, un carteggio di Aspi inviato alla direzione generale vigilanza concessioni del Mit che riceve in copia la Regione. Questo ci crea un po’ di stupore perché ci piacerebbe avere una risposta univoca, invece abbiamo dichiarazioni difformi da quelle del ministro De Micheli”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.