Proteste politiche

Autostrade, Gagliardi (Cambiamo!):”De Micheli si svegli o riceverà migliaia di richieste di risarcimento”

"Le ulteriori ispezioni previste da Aspi provocheranno nuovi disagi"

coda a10

Liguria. “Purtroppo i nostri timori si sono avverati: la comunicazione di ulteriori ispezioni previste da Aspi, che prolungherà di qualche giorno la chiusura di alcuni tratti autostradali, provocherà nuovi disagi agli automobilisti”. Lo dichiara in una nota Manuela Gagliardi, deputata di Cambiamo! con Toti.

“La vicenda delle autostrade liguri sta assumendo contorni tragici ma al Ministero dei Trasporti sono totalmente sordi alle richieste di aiuto che arrivano dal territorio – aggiunge – Forse capiranno la portata di quello che sta accadendo quando riceveranno decine di migliaia di richieste di risarcimento danni”.

“Intanto la regione rischia un blocco totale della circolazione in un periodo molto delicato, che vede la crescita della mobilità anche per i flussi turistici. Il ministro De Micheli si svegli una volta per tutte e ponga fine a questo delirio, che penalizza una regione intera, altrimenti i danni da pagare saranno ingenti, in tutti i sensi”, conclude la parlamentare.

leggi anche
Conferenza delle Regioni, Toti nominato vicepresidente
Caos trasporti
Autostrade, Conferenza delle Regioni: “Chiediamo un incontro urgente con il ministro De Micheli”
Generica
Delirio
Liguria, scattano nuove chiusure sulle autostrade. Toti: “Si prospetta paralisi totale della Regione”
Protesta Lega Autostrade Roma
Protesta
Autostrade, Rixi (Lega): “Nel Decreto Semplificazioni subito la modifica delle regole: il modello Genova funziona”
Generica
Politica
Ponte di Genova, Salvatore (IlBuonsenso): “Autostrade pensa ai soldi, noi alle persone”
Sindacati Infrastrutture
Da rivedere
Raddoppio ferroviario, caos autostrade e occupazione. I sindacati attaccano: “La politica ha dimenticato questo territorio”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.