IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, Ciangherotti sul Santa Maria di Misericordia: “Inacettabili liste di 18 mesi per interventi di cataratta”

"Una struttura così imponente impegnata per ospitare tre persone"

Albenga. “Non ci siamo proprio, ancora una volta sono costretto a denunciare la situazione vergognosa in cui versa l’Ospedale Santa Maria di Misericordia, una struttura di nuova concezione realizzata e ultimata nel 2008 grazie a Forza Italia, che allora governava la Liguria e l’Italia, un presidio sanitario che potrebbe diventare un fiore all’occhiello della sanità ligure”. Lo denuncia Eraldo Ciangherotti, capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale e consigliere provinciale, a seguito del suo sopralluogo nel nosocomio ingauno.

“Ebbene nel nostro ospedale, una struttura costata milioni di euro, in questo momento sono ricoverate tre persone, un paziente affetto da Covid-19 e due persone in accertamento. Una struttura così imponente impegnata per ospitare tre persone mentre le sale operatorie non possono essere utilizzate, allungando di molto le liste d’attesa per interventi oculistici e di otorinolaringoiatria”, prosegue.

“Proprio questa mattina, mentre mi trovavo in ospedale per verificare il funzionamento del punto di primo intervento, sono stato avvicinato da un anziano albenganese che, con le lacrime agli occhi, mi ha raccontato di come la sua operazione di cataratta gli sia stata rinviata alla fine del prossimo anno, diciotto mesi dopo quello che avrebbe dovuto essere la data dell’operazione”, dice ancora Ciangherotti.

“Nei giorni scorsi una signora che mi segue sui social media mi ha raccontato di aver contattato il servizio di Orl del nostro ospedale per chiedere le tempistiche per un intervento di tonsillectomia e si è sentita rispondere che fino a fine mese non si potrà sapere nulla sulle sedute operatorie. Considerato che ad agosto il blocco operatorio si ferma i tempi di attesa si allungheranno ancora”, critica il consigliere.

“L’assessore regionale Viale dovrebbe dire con chiarezza se questa situazione del Santa Maria di Misericordia è frutto di problemi di bilancio, e allora si potrebbero capire tante cose, o se invece è frutto di una insana scelta gestionale causata da Alisa – dichiara infine Ciangherotti – I reparti ospedalieri di Oculistica e Otorino di Albenga, da sempre, sono strutture rinomate per essere gestite da personale medico e infermieristico incredibilmente preparato, professionale e cortese, specialisti in punture intravitreali e cataratte, nel trattamento di tutte le patologie dell’orecchio, con ambulatori laser all’avanguardia e tecniche eccellenti di otoscopia, rinoscopia ed endoscopia nasale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.