IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, Ciangherotti: “Raffica di multe per divieto di sosta a Leca: non è così che si aggiustano i conti pubblici”

Ciangherotti segnala come "in zona abitino 80 famiglie residenti e i posti auto siano solo 40"

Albenga. “Ho ricevuto, poche ore fa, la segnalazione di alcuni cittadini di Leca residenti in via Cesare Zavattini, la zona conosciuta come ‘delle villette’. Si lamentano per un episodio veramente increscioso, una raffica di multe alle auto parcheggiate in sosta vietata nella zona, ben 32 auto di residenti”. La segnalazione arriva da Eraldo Ciangherotti, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale e consigliere provinciale.

“Chi mi ha segnalato la cosa non contesta le multe, giuste dal punto di vista giuridico, contesta però il fatto che in zona abitino 80 famiglie residenti e i posti auto siano solo 40. Da tempo gli abitanti chiedono un intervento concreto e risolutivo, nessuno è intervenuto. ‘Ci siamo sempre arrangiati, anche se siamo dimenticati, visto che la pulizia delle strade avviene solo in occasione di elezioni o sagre, i cestini portarifiuti non vengono svuotati, ci sono carcasse di bici rubate e abbandonate da mesi. Abbiamo segnalato sempre queste problematiche, ricevendo la solita pacca sulla spalla accompagnata dalla frase: non ti preoccupare’. Nella segnalazione viene anche detto che ci sarebbero parcheggi nella zona del cimitero, a poche decine di metri, ma troppo spesso in quella zona le auto vengono vandalizzate e, a differenza della raffica di multe fatta l’altra sera, la zona non è presidiata dai vigili urbani”.

“Mi viene da pensare che questi controlli siano un modo per fare cassa. E’ chiaro che gli agenti della polizia urbana, se inviati a controllare una zona, non possano che fare il loro dovere, ma chiedo all’assessore Vannucci di non ricorrere a questi mezzi, punitivi per i cittadini, per fare cassa. Capisco che il sindaco Tomatis stia cercando le risorse per coprire quel buco da un milione che ha detto esserci causa coronavirus, ma certo non è con i blitz di questo tipo che si aggiustano i conti”, conclude Ciangherotti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.