IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Savona road to 2021, anzi 2026

di Matteo Marenco

Più informazioni su

Uno degli aspetti più curiosi per chi, appassionato di Politica, si diverte ad osservarla è la perpetua rincorsa dei partiti sui nomi da candidare che sostituisce inspiegabilmente la perpetua rincorsa a progetti e ad idee.

Ed eccoci costretti, ad un passo dalle Regionali e a due passi dalla Comunali di Savona, ad osservare le prime confuse schermaglie e le prime fughe in avanti.

Vado dicendo ormai da parecchio tempo della pericolosa uscita di scena del Nostro Capoluogo dal palcoscenico che la dovrebbe vedere capofila di un territorio importante e complesso dal punto di vista economico, sociale e geografico.

Siamo di fronte all’ennesimo suicidio del Centrosinistra Ligure che si sta ancora accapigliando per trovare un nome da contrapporre a Toti che si trova nella condizione di vincere, a parer mio a mani basse e con merito, per manifesta inesistenza dell’avversario.

Savona, in questo quadro, è messa anche peggio in vista della scelta di chi la dovrà guidare dal 2021 al 2026.

L’amministrazione in carica è ormai allo sbando afflitta e affetta da dissidi, divisioni e da una buona dose di autolesionismo: si è trovata a vincere ormai 4 anni fa un poco per caso, si è trovata a governare in un momento storico non semplice ma di grande favore se guardiamo al consenso nazionale dei partiti che compongono la coalizione ed è riuscita nell’impresa di scontentare un pò tutti, in primis molti di quelli che l’avevano scelta.

Il Centrosinistra si è organizzato per approfittare della situazione? Ovviamente nemmeno per sogno. Il Pd viene da segreterie cittadine inesistenti che hanno raso al suolo quel pochissimo che era rimasto: lo dissi e lo predissi nell’unico congresso a cui ho partecipato da iscritto, venni tacciato di essere un gufo, venni accusato di mancare di rispetto alle numerosissime nuove iscrizioni che avrebbero accompagnato la nuova segreteria.

I fatti, ad un paio d’anni di distanza, sono scolpiti nella pietra e non necessitano di nessun commento a margine.

Continuo ad essere convinto che costituendo un gruppo di lavoro veramente civico e trasversale si potrebbe davvero costruire qualcosa di innovativo e di performante ma questo impeto romantico viene immediatamente riportato con i piedi a terra da una parte razionale che mi suggerisce di mettermi il cuore in pace: un certo modo di fare politica (volutamente minuscolo) sopravvive incredibilmente a se stesso a dispetto dell’assenza di risultati. È un modello anomalo, che non esiste nel mondo delle aziende, dello sport, della vita in generale.

Viviamo nella frustrazione di dovercela vedere spiegata da chi spesso non combina nulla con la pretesa che si debba pure stare zitti e prendere appunti.

Il disamore dei Savonesi è evidente ed è un vero peccato perché le potenzialità della Città non sono una frase fatta, le abbiamo tutti sotto gli occhi tutti i giorni.

Non mi voglio rassegnare e continuo ad attendere la venuta di chi abbia voglia di fare sintesi delle competenze e delle eccellenze che ci sono (e vi garantisco che ci sono!) ma soprattutto che abbia la sfrontatezza di sfidare un modello di scelta della Classe Dirigente che si autoreplica per consuetudine e per mancanza di alternative.

Qualche timido segnale ultimamente l’ho colto e mi dato l’impressione che qualche biglia abbia finalmente iniziato a rotolare, anche se per contro ho letto anche di ipotesi di discese in campo che avevano più il sapore della minaccia che dell’opportunità.

Quando questo ingranaggio arrugginito finalmente si sbloccherà chi vive di rendita e di rendite sarà svegliato bruscamente, per il 2021 credo sia ormai tardi, ma fortunatamente il tempo galoppa, il 2026 è dietro l’angolo.

Matteo Marenco

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.