IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Turismo, Coldiretti Liguria: “Vacanze a km zero grande speranza per la nostra economia”

"1 italiano su 4 (25%) che andrà in vacanza nell’estate 2020 ha scelto una meta vicino casa"

Liguria. “La Liguria, dal mare all’entroterra, offre possibili soluzioni per tutte le esigenze, con il vero valore aggiunto riservato all’enogastronomia e ai prodotti locali. Nonostante il via libera agli spostamenti, su tutto il territorio nazionale e all’estero, 1 italiano su 4 (25%) che andrà in vacanza nell’estate 2020 ha scelto una meta vicino casa, sotto la spinta dell’emergenza Coronavirus. Il ritorno alla vacanza a km zero rappresenta una grande speranza per il turismo Ligure, che era in crescita prima dell’inizio della pandemia, arrivando a registrare un incremento del 13% degli arrivi italiani per il mese di febbraio 2020″.

È come commenta Coldiretti Liguria (sulla base dei dati dell’Osservatorio turistico regionale 2020) l’indagine Coldiretti/Ixè per la presentazione del rapporto “Piccoli comuni e cammini d’Italia” della Fondazione Symbola con Ifel.

“La scelta di una vacanza più locale, che non comporta grandi spostamenti, coinvolge una fetta importante di popolazione da nord a sud della penisola dove, accanto ad arte, tradizione, cultura e storia, la scoperta del cibo e del vino locali sono il vero valore aggiunto delle vacanze, con circa 1/3 del budget destinato proprio all’alimentazione” continuano da Coldiretti Liguria.

“La nostra regione – affermano il presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il delegato confederale Bruno Rivarossa – è da sempre una meta prediletta da turisti italiani, soprattutto lombardi e piemontesi, per la diversificazione dell’offerta presente, che permette di accontentare le esigenze di ogni tipologia di turismo, balneare, culturale, sportivo-escursionistico ed enogastronomico”.

“Purtroppo la pandemia ha assestato un duro colpo a questo settore e a tutti quei comparti, agricoli ed ittico in primis, che trovano in alberghi, bar, ristoranti un canale di mercato fondamentale – continuano Boeri e Riavarossa – È quindi importante che si rimetta in moto questa potente macchina trainata, oltre che dalle bellezze paesaggistiche della nostra regione, anche dalle peculiarità enogastronomiche e dalle produzioni tipiche, un patrimonio conservato nel tempo dalle imprese agricole con un impegno quotidiano per assicurare la salvaguardia delle colture agricole storiche, la tutela del territorio dal dissesto idrogeologico e il mantenimento delle tradizioni alimentari”.

“Inoltre riscoprire la nostra campagna, attraverso le aziende agricole presenti e gli agriturismi Campagna Amica Liguria, è un modo per passare le proprie vacanze in tranquillità immersi nella natura alleggerendo inoltre gli affollamenti nei luoghi turistici più battuti, dal mare e nelle città d’arte” concludono.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.