IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

TPL Linea dichiara guerra all’evasione: sanzioni più salate

Maggiori controlli e manifesto sui bus per arginare il fenomeno

Savona. TPL Linea srl dichiara guerra all’evasione e annuncia un inasprimento delle sanzioni per quanti saranno sorpresi senza titolo di viaggio. Una decisione dell’azienda di trasporto pubblico savonese in relazione alla continua presenza dei “furbetti” sprovvisti di regolare biglietto.

Dal 15 giugno, infatti, le sanzioni pagate a bordo saranno più salate: 40 euro, anziché i 30 euro di oggi. L’inasprimento delle multe arriva in concomitanza con l’estate, quando si registra un fisiologico incremento dell’evasione.

Il presidente di TPL Linea srl Simona Sacone e il direttore generale Giovanni Ferrari Barusso dichiarano: “L’attività di verifica dei titoli di viaggio sarà ancora implementata anche a seguito dei controlli disposti per le regole anti-Covid sui nostri bus, questo sia nelle ore diurne quanto in quelle serali. Speriamo possa essere un utile deterrente. L’evasione, infatti, rappresenta un grave danno per la nostra azienda e vogliamo lanciare una dura lotta contro questo fenomeno, anche nel rispetto di quanti pagano regolarmente il biglietto”.

L’azienda di trasporto pubblico savonese ha intenzione di esporre all’interno dei bus un apposito manifesto ricordando le sanzioni a cui passeggeri potrebbero andare incontro. Una vera e propria campagna con l’obiettivo di sensibilizzare tutta l’utenza, giovani e meno giovani.

Altra criticità rimane il pagamento delle multe da parte degli utenti indisciplinati: su questo fronte TPL Linea srl ha avviato una collaborazione con l’Agenzia delle Entrate per la riscossione delle sanzioni, al fine di recuperare il credito in maniera seria e incisiva: trascorsi tutti i termini per il pagamento, le sanzioni vengono inviate alla stessa Agenzia delle Entrate che provvederà alla procedura di recupero coattivo del credito.

Ecco il prospetto delle sanzioni

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.