IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ospedale di Cairo, gruppo Pd in Regione: “Fdi vuole il pronto soccorso? Allora voti la nostra mozione”

Nuova presa di posizione sul documento che chiede di annullare il bando ai privati

Cairo Montenotte. “L’unica strada per dotare l’ospedale di Cairo Montenotte di un vero Pronto soccorso, superando il punto di primo intervento (peraltro chiuso), come chiede anche l’esponente di Fratelli d’Italia Scosceria in un comunicato – è votare la mozione del Pd in Regione Liguria, primo firmatario il vicecapogruppo Mauro Righello”.

Lo afferma il gruppo Pd in Regione Liguria, che torna sul tema della sanità e sulla riapertura dei pronto soccorso dopo quella annunciata per il 6 luglio ad Albenga.

“Quel documento chiede alla Giunta ligure non solo di fare un passo indietro rispetto alla privatizzazione degli ospedali di Cairo e Albenga, ma anche la riattivazione dei servizi sanitari del nosocomio di Cairo, valutando seriamente di trasformandolo in ospedale di area disagiata”.

“Se il centrodestra volesse concretamente restituire la piena funzionalità a questo presidio sanitario gli basterebbe convincere i suoi colleghi di partito, presenti in Consiglio regionale e in Giunta, e i suoi alleati della maggioranza di centrodestra a votare quella mozione. Altrimenti sono solo chiacchiere e boutade dal sapore elettorale” concludono i consiglieri Dem.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.