IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Lettera aperta al Sindaco di Finale Ligure

Più informazioni su

Carissimo Sindaco di Finale Ligure,

Le scrivo la presente già sapendo di essere ignorato, però io non resisto glielo devo dire.

Le scrivo da Ivrea e sabato scorso (27/06) mi sono recato presso il vostro bellissimo comune per poter godere di una giornata di mare e di relax.

Appena arrivato, Le confesso, ho iniziato ad avere un mancamento. La situazione parcheggi si è dimostrata da subito molto complicata.
I parcheggi gratuiti erano praticamente inesistenti, quelli a pagamenti erano occupati ormai da giorni credo, i parcheggi custoditi ( ad es quello appena fuori da Varigotti) a parte aver prezzi degni di uno strozzino, recavano una scritta “FULL” e la reception era scoperta da ogni tipo di operatore anche solo per chiedere un informazione.

Dopo circa un’ora di giri intorno al suo paese, ho parcheggiato in modo, lo ammetto, fantasioso lungo la strada (anche perchè l’alternativa sarebbe stata rientrare a casa). Sapevo di essere colpevole di divieto di sosta lo ammetto, e infatti non sono a qui a contestarLe la contravvenzione che inevitabilmente ho trovato sul mio parabrezza al rientro dalla spiaggia.

Caro Sindaco io le contesto il fatto che il vostro business principale sia diventato quello delle multe. Ho visto squadroni di vigili armati di smartphone girare per il paese cercando sognanti una macchina da multare. Ho visto chilometri di scontrini pizzicati sotto i tergicristalli e soprattutto ho visto l’importo della multa. 60,90 euro per un divieto di sosta usufruendo dello sconto del 30% in quanto la multa è stata pagata il giorno stesso. E’ una vergogna, lasci che glielo dica è veramente uno scempio in quanto questo importo non fa che avvalere la mia tesi che questo business sia la vostra prima voce in bilancio.

In realtà a me quello che ha disturbato di più è stato prendere questa multa insensatamente alta in un periodo come questo. Ovvero in un periodo dove ristoratori, albergatori e tutto il mondo del turismo piange miseria per una stagione difficile, i turisti che comunque decidono di sostenere un buono sforzo economico per potersi permettere qualche ora di mare, vengano poi ripagati in questo modo dall’amministrazione comunale. Lasci che le scriva che sembra veramente che l’unico pensiero delle istituzioni, a chi cerca di aiutare il vostro mercato, sia quello di multare a tutto spiano per mettere su cassa non curandosi di nulla.

Il governo ci parla di sacrifici da fare. Noi cittadini sicuramente li stiamo facendo chi in un modo e chi nell’altro.

Ma il vostro esempio quale è?

Il vostro sacrificio dove è?

Mi creda non è una questione economica anche perchè sarei uno sciocco a pensare di poter essere rimborsato. Le scrivo la presente per un senso civico in quanto mi sono sentito veramente umiliato da quanto sono stato costretto a pagare.

Non credo nemmeno questa lettera giungerà mai sotto i suoi occhi ma sa come si dice, tentar non nuoce.

La ringrazio per il suo tempo e le auguro una buona giornata e buon lavoro.

Roberto

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.