IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“I veri problemi dei bus”, TPL risponde a Chiaramonti: “Nostro servizio di grande qualità”

"Territorio coperto in modo capillare, orari costantemente aggiornati, attenzione all'evasione"

Caro Sandro Chiaramonti,
ti ringraziamo per aver dedicato la tua prima “striscia” quotidiana a TPL Linea. L’attenzione al servizio pubblico di trasporto, soprattutto in questo periodo, non è mai troppa. Ovviamente in azienda abbiamo letto con interesse critiche e suggerimenti.

Ci preme puntualizzare alcuni importanti aspetti, primo fra tutti quello del contrasto all’evasione che, oltre ad essere un serio danno per TPL, rappresenta anche una grande ingiustizia per tutte le persone che quotidianamente pagano regolarmente il biglietto. Purtroppo, in questo periodo di pandemia il numero dei passeggeri che viaggiano “a sbafo” è molto alto complici anche norme restrittive che, nelle intenzioni, dovrebbero contenere il contagio ma hanno come palese effetto quello di agevolare enormemente i portoghesi. L’attività di TPL per combattere questo fenomeno è costante ed intensa. Infatti, le sanzioni emesse tra il 2018 ed il 2019 sono aumentate del 32% con incassi tra il 2018 ed il 2019 che sono aumentati del 66%. Per la precisione le sanzioni si possono pagare con l’importo di 40€ solo immediatamente, nelle mani del controllore a bordo bus e non entro 5 giorni.

A questo proposito desideriamo ringraziare pubblicamente i verificatori ed i controllori che fanno con precisione il loro lavoro per far rispettare la regola che chi prende il bus deve pagare il biglietto. Un lavoro che svolgono quotidianamente a costo di ricevere a volte sputi, morsicate ed alitate in faccia con la minaccia di essere contagiati dal coronavirus (solo per citare gli ultimi episodi).

Il servizio di trasporto pubblico che TPL Linea fornisce è di grande qualità e sicurezza e copre il territorio, compresa l’entroterra, in maniera capillare. Ovviamente nel periodo di chiusura delle attività sono stati ridotti orari e linee ma con la fine del mese l’esercizio sarà ripristinato ad oltre il 90 per cento. 

Chi si deve spostare da una parte all’altra della città, a Vado o Albissola, per lavoro, commissioni, impegni personali o divertimento, con un minimo di adattamento (compensato sicuramente dal risparmio economico e tutela ambientale) potrà sempre trovare il bus ad un orario comodo. La tratta Vado Ligure – Savona nelle giornate feriali invernali è servita da un bus ogni 10 minuti sino alle 14.00 circa, per poi passare mediamente a 13 minuti per il periodo restante della giornata. In questo periodo di servizio “ridotto” abbiamo per tutto il giorno un bus ogni 13 minuti e contiamo di mantenerlo per tutta l’estate. In aggiunta transita la linea 40/ Savona – Finale ogni 30 minuti circa (in estate viene potenziata) e la linea 9 Savona -Quiliano, anch’essa ogni 30 minuti circa.

La tratta Savona – Albisola nelle giornate feriali è servita da un bus ogni 15 minuti per tutta la giornata. In aggiunta transita la linea 30 Savona – Varazze ogni 30 minuti.

Le corse serali in inverno proseguono sino alle 22.30/23.00 a seconda delle zone. In estate vengono prolungate sino alla mezzanotte. Mediamente in un giorno feriale transitiamo sulla corsia preferenziale di via don Minzoni 300 volte. La linea 40 Finale – Andora in estate effettua servizio sino alle 1:30 di notte.

Assicuriamo che gli orari alle fermate vengono costantemente controllati ed aggiornati. Sicuramente nel periodo di emergenza vi sono stati ritardi dovuti a numerosi e repentini cambi del servizio effettuati, il più delle volte, proprio per andare incontro alle esigenze ed alle segnalazioni degli utenti. Ad oggi tutta l’informazione è stata rivista.

Ogni cosa può essere migliorata ed ottimizzata, per questo motivo gli spunti di riflessione ed i consigli sono sempre ben accetti, anche perché non possiamo consentire che la mobilità sul nostro territorio sia completamente affidata al trasporto privato con le ben note conseguenze su traffico, costi e inquinamento.

Il presidente di Tpl Linea Simona Sacone e il direttore generale Giovanni Ferrari Barusso

Ringrazio la presidente Sacone e il direttore generale Giovanni Ferrari Barusso per l’attenzione che hanno dedicato alle mie considerazioni. I lettori avranno così modo di formare la loro opinione in modo più completo. Mi permetto solo di insistere sulla necessità di dare alle fermate un’informazione più aggiornata sugli orari: ho girato in lungo e in largo e posso assicurare che la maggior parte dei cittadini crede che i vecchi orari, quelli esposti, siano quelli attualmente in vigore e a poco o nulla serve l’avvertenza a consultare quelli aggiornati sul sito di Tpl.

Sandro Chiaramonti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.