IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Florovivaismo e smaltimento invenduto: Albenga mette un terreno a disposizione degli agricoli

Le aziende, in accordo con associazioni di categoria, potranno conferirvi il proprio prodotto invenduto

Albenga. L’Amministrazione comunale di Albenga ha destinato un terreno comunale sito in Regione Massaretti di 9 mila metri quadrati allo smaltimento dei prodotti floricoli invenduti della Piana. La decisione, frutto dell’impegno dell’assessore all’agricoltura Silvia Pelosi e della collaborazione tra uffici comunali e associazioni di categoria, è stata ratificata nella giornata di ieri con relativa delibera di Giunta n.139.

“L’emergenza sanitaria legata al Coronavirus, – ha dichiarato l’assessore Pelosi, – ha provocato un forte danno al comparto florovivaistico che rappresenta uno dei settori economici più importanti della nostra città. Con il vicesindaco Alberto Passino e la collaborazione degli uffici ci siamo immediatamente attivati al fine di trovare soluzioni per sostenere le nostre imprese agricole in questo difficile momento e compatibilmente con le nostre possibilità”. 

“Ricordo che la nostra Amministrazione si è immediatamente attivata contattando la Regione, il Ministro Bellanova e gli Enti Sovracomunali preposti al fine di sostenere i nostri agricoltori che, oltre al mancato guadagno derivante dal lockdwn rischiavano di dover far fronte ai costi dello smaltimento dell’invenduto”.

“I timori per il florovivaismo della nostra Piana erano molti e abbiamo seguito attraverso un dialogo costante, sia con gli imprenditori agricoli che con le associazioni di categoria, questo difficile momento. Fortunatamente il settore ha avuto una progressiva ripresa e ripartenza e per questo siamo molto felici, ma molte aziende hanno comunque perso parte dei loro prodotti che non hanno potuto più essere immessi nel mercato”.

“Per questo motivo abbiamo individuato un terreno di proprietà comunale sito in regione Massaretti, lo abbiamo bonificato (operazione costata 8.500 euro) e messo a disposizione delle aziende che, sulla base delle programmazioni effettuate dalle associazioni di categoria e inviate all’ufficio agricoltura del Comune di Albenga, potranno conferirvi il proprio prodotto invenduto. Questa operazione, non solo darà sollievo alle aziende agricole che non dovranno sostenere i costi di smaltimento, ma andrà a beneficio anche del terreno che riceverà delle migliorie importanti, in un futuro per poterlo meglio utilizzare”, ha concluso.

Lo strato aggiuntivo di materiale misto terra/vegetale su tutta la superficie, con un’altezza di circa 30 cm, per un totale non superiore a 3mila metri cubi, garantirà, infatti, un substrato fertile che migliorerà la coltivazione del terreo stesso.

A fare eco alle parole di soddisfazione dell’assessore Pelosi, sono arrivate anche quelle del primo cittadino Riccardo Tomatis: “Sono molto soddisfatto di questo risultato che darà una risposta concreta ai nostri imprenditori agricoli. Ringrazio gli uffici e le associazioni di categoria per la collaborazione. Lavorando insieme si possono ottenere risultati concreti”.

Gli imprenditori agricoli che ne hanno necessità dovranno concordare la data per il conferimento e le modalità con la propria associazione di categoria di riferimento.Per ogni ulteriore informazione sarà possibile rivolgersi all’ufficio agricoltura del Comune di Albenga, al numero: 0182.562246.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.