Protesta eclatante

Emergenza autostrade, gli Albergatori savonesi pronti a boicottare lo Stato: “Non pagheremo tasse e tributi”

Proposta shock del presidente Berlangieri: "Siamo arrabbiati e delusi, ci sentiamo abbandonati. Se lo Stato non c'è, allora anche noi non ci siamo"

autostrada coda

Savona. “Siamo arrabbiati e delusi, ci sentiamo abbandonati a noi stessi senza alcuna prospettiva concreta. Se lo Stato non c’è allora anche noi non ci siamo! Fino a quando non avremo risposte concrete propongo a tutti i colleghi di sospendere i pagamenti delle tasse e dei tributi nazionali e locali”. Il grido d’allarme arriva da Angelo Berlangieri, presidente dell’Unione Albergatori della provincia di Savona: il riferimento è alla difficilissima situazione delle autostrade liguri, in piena emergenza a causa del massiccio piano di manutenzione varato nelle ultime settimane.

Una protesta eclatante, che si basa su una convinzione: “Alla fine chi paga per le incapacità a gestire i servizi essenziali e a costruire serie politiche di sviluppo e supporto siamo sempre noi, chi lavora nel turismo”.

“Prima la nullità di provvedimenti incapaci di dare risposte ai lavoratori e alle imprese del turismo sofferenti per una crisi economica mai vissuta dal dopoguerra ad oggi a causa degli effetti della pandemia Covid19 – ricorda Berlangieri – Poi la ripartenza che cosa ci riserva? Il blocco della rete autostradale per il controllo simultaneo di tutte le gallerie dopo decenni d’incuria e disattenzione, incredibile ma niente di più che la triste realtà”.

“Avremo anche noi il diritto, pacificamente ma con forza, di urlare che non ce la facciamo più a lavorare e vivere in queste condizioni” conclude.

leggi anche
code autostrade
Domani
Caos autostrade, il Ministero convoca Aspi: “Ispezioni in gallerie concluse entro il 15 luglio”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.