IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caos autostrade, Pd ligure: “La Regione incrementi il trasporto pubblico”

E sulla grande distribuzione: "Estendere il ddl Benveduti a procedimenti in itinere"

Regione. “A fronte del continuo caos che sta colpendo le autostrade liguri e visto che la Regione Liguria non è stata in grado di convincere Aspi ad anticipare nemmeno uno di questi interventi durante il lockdown e non ha neppure provato a costruire un tavolo di concertazione con Rfi, Trenitalia, le aziende del tpl, Anas e Aspi, ci aspettiamo che la Giunta ligure lavori di concerto con Province, Città Metropolitana e Comuni azionisti per offrire una valida alternativa ai pendolari, incrementando il trasporto pubblico”. A dirlo è il gruppo consiliare del Partito Democratico in Regione Liguria.

“Oggi l’offerta ferroviaria in tutta la Liguria, in particolare in provincia di Genova, l’area maggiormente interessata dai cantieri autostradali, è ancora al di sotto della fase pre-Covid (parliamo dell’80%) mentre sul tpl vi sono linee congestionate e con gravi problemi di capienza determinati dalle regole sul distanziamento”, prosegue il PD.

I democratici avanzano dunque due proposte. La prima riguarda il trasporto su ferro: “Innanzitutto bisogna rapidamente riportare il servizio ferroviario al 100% dei livelli pre-Covid. Poi occorre riprogrammare il servizio su tutta la Liguria, in base alle nuove esigenze dei territori che si sono manifestate in questa fase”. La seconda proposta è “dare concretezza al tavolo di confronto avviato, come chiedeva un odg approvato all’unanimità in Consiglio regionale, tra Città Metropolitana, Province, aziende pubbliche di trasporto, noleggiatori di navette con conducente, cooperative di taxi e sindacati per integrare il servizio pubblico locale con i noleggiatori di navette e i taxi”.

“Sappiamo che si sta lavorando anche per aumentare il fondo speciale nazionale per i trasporti, che al momento è pari a 500 milioni di euro – afferma ancora il PD ligure – Condividiamo la proposta delle Regioni di portarlo a 800 milioni. Sappiamo che su questo c’è un lavoro del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti”.

Per quanto riguarda invece il ddl dell’assessore regionale Benveduti sulla moratoria per la grande distribuzione “questa mattina in commissione ci siamo astenuti – fa sapere il Partito Democratico regionale – Martedì, quando il dispositivo verrà discusso in Consiglio, proporremo due emendamenti. La moratoria di Benveduti, così com’è stata illustrata oggi, non serve a nulla, visto che si limita a sospendere le autorizzazioni per le nuove domande per grandi superfici di vendita e solo fino alla fine dell’anno”.

“I provvedimenti in itinere, invece, non vengono minimamente toccati. Insomma è acqua fresca, rispetto alle esigenze del piccolo commercio, che dopo la crisi del 2008 e il crollo del ponte Morandi oggi deve anche fare i conti con le ripercussioni dell’emergenza Covid-19”, proseguono ancora i dem.

“Con i nostri emendamenti proviamo a venire incontro alle istanze delle associazioni di categoria e proponiamo sia di estendere la moratoria anche ai procedimenti in itinere, sia di spostare la scadenza al 31 dicembre 2021. Serve un respiro più ampio, di almeno un anno, per ottenere effetti concreti. Chiediamo alla Giunta ligure un supplemento di riflessione. Serve inoltre un tavolo con tutti i soggetti interessati, per costruire da subito un nuovo modello commerciale sostenibile”, conclude il gruppo consiliare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.