IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bergeggi: recinzione divelta e in barba ai divieti ecco i bagnanti nella spiaggia di “Punta Prodani” fotogallery

Presa di posizione del sindaco Roberto Arboscello: "Tolleranza zero per comportamenti del genere"

Bergeggi. Hanno divelto la recinzione posta davanti all’ingresso e in barba ai divieti di accesso, legati sia alle norme anti-Covid quanto all’assenza di sicurezza per le criticità strutturali della falesia che sovrasta il litorale (danneggiata dalle recenti mareggiate e maltempo), alcuni bagnanti si sono tranquillamente recati nella spiaggia di “Punta Prodani” a godersi il sole e il mare di questa giornata di fine giugno.

L’episodio è stato segnalato alla nostra redazione, in quanto, come detto, esiste in questo caso un doppio pericolo, sanitario e di incolumità, proprio nel tratto di spiaggia finito alla ribalta delle cronache per il caso del cassonetto lanciato dalla via Aurelia e finito in testa ad un 12enne francese rimasto gravemente ferito.

Sul caso è prontamente intervenuto il sindaco Roberto Arboscello, che per l’estate 2020 ha attuato un piano di controllo misto delle spiagge libere che prevede in parte un monitoraggio di una ditta di vigilanza e in parte l’azione di associazioni del territorio e stabilimenti balneari. “Domani mattina parlerò della situazione al Prefetto, in quanto è inaccettabile quanto accaduto questa mattina”.

“Inoltre ho provveduto a contattare la stessa vigilanza per chiedere un controllo massiccio e intensificato di quel tratto di spiaggia, pericoloso per l’emergenza Covid in quanto piccolo e quindi inevitabilmente soggetto ad assembramenti, senza contare la pericolosità della discesa che porta al litorale sottostante per la necessaria opera di messa in sicurezza da fare per l’intera area colpita dalle mareggiate e dal maltempo”.

“Mi auguro che possano essere provvedimenti sull’accesso alle spiagge libere, in quanto come era stato detto i sindaci non possono essere lasciati soli” conclude il sindaco di Bergeggi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.