IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Autostrade, ispezioni e manutenzione nelle gallerie: possibile traffico tra il 5 e il 6 giugno

Sull'A10 attivi 20 cantieri

Più informazioni su

Autostrade. Proseguono i controlli nelle gallerie della rete autostradale ligure, con 66 cantieri operativi nel weekend, con la task force di tecnici specializzati, al lavoro no stop, su turni continui.

E’ pienamente operativo il piano di lavoro predisposto da Autostrade per l’Italia per completare entro il 30 giugno la prima fase delle ispezioni e degli interventi di manutenzione sulle gallerie della rete ligure. Le attività continueranno a essere svolte – secondo le modalità condivise con il ministero delle infrastrutture e trasporti e con le istituzioni territoriali liguri – senza alcuna interruzione, anche nei weekend, con l’obiettivo di ripristinare dal 1 luglio la viabilità diurna su due corsie per senso di marcia” fanno sapere i responsabili.

“Prosegue l’attività di controllo delle 285 gallerie della rete ligure gestita da ASPI. Il nuovo piano prevede il raddoppio di uomini e mezzi finora disponibili sul campo: sono circa 800 infatti le maestranze impegnate nelle attività di monitoraggio e manutenzione dei fornici, oltre a una task force di 150 tecnici specializzati” riprendono da Autostrade per l’Italia.

“I lavoratori, ripartiti tra 10 diverse società appaltatrici, hanno raggiunto in questi giorni la Liguria spostandosi da altri cantieri presenti in tutta Italia. Sono passate da 80 a 162 le piattaforme elevatrici, mentre è stata duplicata la disponibilità dei mezzi “jumbo” per le chiodature. Nel prossimo weekend sono previsti 66 cantieri lungo la rete, in particolare: sono previsti 14 cantieri in A7, 13 cantieri in A12, 20 cantieri in A10 e 19 cantieri in A26 (tra all’A26/A7 e all’A26/A10)”.

Alla luce del progressivo aumento del traffico registrato dall’apertura degli spostamenti tra le regioni, sono stimati per i fine settimana di giugno tempi di attraversamento superiori alla media. In particolare, secondo le previsioni, i flussi maggiori sono attesi tra il primo pomeriggio di oggi, venerdì 5 giugno, e la tarda mattinata di sabato 6 giugno nelle seguenti tratte:

· A26 tra Ovada e l’allacciamento con la A10, in direzione di Genova;
· A7 tra Busalla e Genova Ovest, in direzione di Genova;
· A12 tra l’allacciamento con la A7 e Rapallo, in direzione di Livorno.

Dal primo pomeriggio di domenica 7, in occasione dei rientri, le tratte interessate saranno:

· A10 tra Varazze e l’allacciamento con la A26, verso Genova;
· A12 tra Chiavari e l’allacciamento con la A7, verso Genova;
· A26 tra l’allacciamento con l’A10 e Ovada, verso Alessandria-Gravellona Toce.

Per supportare gli utenti in viaggio e limitare i disagi è previsto il piano di gestione della viabilità, che prevede livelli progressivi di intervento:

1) Incremento dei presidi lungo le tratte da parte del personale di ASPI per il monitoraggio delle condizioni di viabilità e l’assistenza alle stazioni, carri di soccorso meccanico dislocati nei punti strategici della rete per minimizzare i tempi di intervento, squadre dedicate all’eventuale distribuzione di generi di conforto in caso di accodamenti rilevanti.
2) Piano di comunicazione all’utenza, con informazioni preventive e in tempo reale su condizioni di viabilità, tempi di attraversamento e indicazione di itinerari alternativi di lunga percorrenza, in caso di disagi particolarmente significativi.
3) Individuazione preventiva di itinerari alternativi di lunga percorrenza per tutti i veicoli che non sono diretti in Liguria, da Nord Ovest verso il corridoio tirrenico o adriatico e da Ventimiglia verso le località raggiungibili dalla A4 e A21. Il dettaglio sarà disponibile sul sito di Autostrade per l’Italia qualora si renda necessaria una regolazione del traffico su valori che dovessero superare eccezionalmente la media.

Per limitare i possibili disagi, si consiglia agli utenti di:

– programmare gli spostamenti cercando di evitare le fasce orarie in cui sono attesi i maggiori flussi e comunque considerando tempi di percorrenza molto superiori alla norma;
– monitorare, prima e costantemente durante il viaggio, l’evoluzione del traffico disponibile e aggiornato tramite i seguenti canali informativi: pannelli a messaggio variabile e sito www.autostrade.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.