IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga Volley, numerose conferme sia nello staff tecnico sia tra le giocatrici

Ecco le parole di Soraya Pratali, reduce dall’operazione al menisco

Albenga. L’Albenga Volley continua a lavorare in vista della stagione sportiva 2020/2021. Nei giorni scorsi sono state portate a termine le trattative per le ultime conferme dello staff tecnico.

Dopo la conferma di Daniele Di Vicino come allenatore della prima squadra, avvenuta qualche giorno fa, sono arrivate anche le conferme di Alessandro Giordano, che affiancherà lo stesso Daniele in Serie C, e che insieme a Luca Volpi, Gabriella Gallo, Ilaria Cacciò e Ilaria Rovere formeranno lo staff tecnico ormai collaudato.

Confermato anche il preparatore atletico Alessandro Ardoino che collaborerà con gli allenatori delle varia categorie per fornire l’adeguata preparazione fisica per ogni età.

Una piacevole quanto attesa notizia da parte di tutta la società è il ritorno di Stefania Pezzillo come responsabile del Settore Avviamento ed allenatrice dell’Under 12. Dopo una pausa dovuta ad un motivo personale molto gratificante, Stefania ha voluto rimettere a disposizione dell’Albenga Volley la sua professionalità e la sua esperienza al servizio delle atlete più piccole.

In questi giorni nel sodalizio ingauno si è lavorato anche per confermare le atlete che faranno parte della prima squadra per la prossima stagione sportiva. Quasi tutte le atlete hanno risposto con entusiasmo al nuovo progetto ed è stata integrata alla prima squadra un’atleta del settore giovanile, Chiara Oddone, da una vita nell’Albenga Volley.

Due sole le partenze: quelle dei due liberi Beatrice Luzzo e Rebecca Cafagno; la prima fermata da motivi personali mentre la seconda proverà una nuova esperienza in prestito a Carcare in Serie B2.

Tra le partenti, seppur non in organico della scorsa stagione, anche Alice Vernazzano che andrà a giocare, sempre in Serie B2, presso il Volley Academy Modena.

La società a breve ufficializzare l’acquisto di un nuovo libero ed è alla ricerca per completare il roster di un centrale ed un eventuale laterale.

A questo proposito la società albenganese si potrà avvalere, anche per la prossima stagione, delle prestazioni sportive di Soraya Pratali che era, insieme a Giulia Cassisi, uno dei due capitani della stagione precedente.

Soraya Pratali non veda l’ore di cominciare questa nuova avventura, avendo ben in mente quali saranno le difficoltà ma avendo anche la convinzione di poter fare davvero bene. La stessa Soraya ci ha rilasciato una breve intervista.

Come hai vissuto il periodo di lockdown?
“Purtroppo oltre che a tutte le restrizioni imposte dell’emergenza sanitaria venuta a verificarsi in tutto il mondo ho dovuto fare i conti anche con l’operazione al menisco. Per questo sono riuscita ad allenarmi più sulla parte superiore del corpo a volte riuscendo anche ad usare la palla e meno per quanto riguarda la parte inferiore”.

Come hai vissuto l’infortunio?
“A proposito di infortunio non ho avuto paura né dell’operazione né della riabilitazione, più che altro ho avuto una sensazione di sconforto per non poter riuscire a finire una stagione che era sicura che avrebbe dato belle soddisfazioni. Lasciare le mia compagne e non poter dare il io contributo alla squadra mi ha fatto stare male.

A breve potranno ripartire gli allenamenti.
“Sono molto contenta che si possa riprendere gli allenamenti anche se subito non potrò parteciparvi a causa dei postumi dell’intervento ma solo il fatto di poter rivedere le mie compagne in palestra sarà una bella sensazione“.

Obiettivi per la prossima stagione?
“Le mie aspettative sono sia sportive che personali, nel senso che se da una parte mi aspetto di toglierci grandi soddisfazioni insieme alle mie compagne dall’altra mi aspetto anche di crescere personalmente come giocatrice. Il fatto di andare a confrontarsi con delle ‘donne’ sicuramente più esperte e mature di me mi sprona a fare sempre meglio e sono convinta che mi aiuterà a crescere come persona anche fuori dal campo”.

Nell’immagine: a sinistra Stefania Pezzillo, a destra Soraya Pratali

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.