Albenga, Ciangherotti diserta la Commissione Sanità e attacca elencando "i motivi del dissenso” - IVG.it
Attacco

Albenga, Ciangherotti diserta la Commissione Sanità e attacca elencando “i motivi del dissenso”

Sul "banco degli imputati" del consigliere: il destino del PS, l’odg in consiglio comunale sulla sanità e il ruolo del sindaco

ospedale albenga

Albenga. “Non ho partecipato alla Commissione comunale della Sanità convocata per questa mattina per diverse ragioni”. Ad affermarlo il consigliere di Forza Italia ad Albenga Eraldo Ciangherotti che, questa mattina, ha disertato la Commissione comunale sulla sanità spiegando le sue ragioni attraverso una nota stampa.

“La prima e più importante, – ha proseguito l’amni nitratore forzista, – riguarda il Pronto soccorso dell’Ospedale Santa Maria di Misericordia, deve essere riaperto senza se e senza ma. Lo stesso primario del Pronto soccorso di Albenga e Pietra Ligure ha detto che bisogna ragionare sulla necessità di predisporre due percorsi, uno ‘sporco’ per i pazienti Covid, ed uno ‘pulito’ per le altre patologie, cosa che ad Albenga si può tranquillamente fare senza problemi, a differenza del Santa Corona”. 

“Magari si potrebbe utilizzare una delle tre barelle biocontenitive che l’Asl ha appena acquistato. Aprire il Punto di primo intervento di Albenga dalle 8 alle 20, significa far muovere le ambulanze alle 18 per trasportare i pazienti in attesa, visto che si può andare al Pronto anche individualmente, al Pronto soccorso del Santa Corona. Una umiliazione che questo territorio non merita”.

“La seconda ragione è che l’amministrazione comunale ha già predisposto l’Ordine del giorno che presenterà in Consiglio comunale, ha chiesto l’unità di tutti, ma non ha minimamente coinvolto l’opposizione nel redarre il documento”.

“Terzo punto, prima di ascoltare i brillanti interventi del nostro Sindaco, devo capire se quando sale in cattedra, durante i suoi monologhi, parla da gestore della sanità “privato convenzionato”, in qualità di medico mutualista libero professionista pagato dal Servizio sanitario nazionale o se, invece, da amministratore comunale paladino dell’Ospedale pubblico. Io resto coerente: Viale riapri il pronto soccorso di Albenga”, ha concluso Ciangherotti. 

leggi anche
  • Analisi
    Albenga, riunita la commissione sanità: dettati i tempi per la riapertura dell’ospedale. “Convocato” l’assessore Viale
    Commissione Sanità Albenga

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.