Consiglio comunale

Albenga, approvati Rendiconto gestione finanziaria e Regolamento De.Co ma non mancano gli scontri

Una frase di Ciangherotti sulla polizia locale ha scatenato la bagarre tra maggioranza e minoranza

Consiglio comunale albenga covid

Albenga. Ieri sera si è svolta una nuova seduta del consiglio comunale di Albenga, che ha portato all’approvazione del Rendiconto della gestione per l’esercizio finanziario 2019 (“il Comune ha investito oltre 3 milioni di euro in opere pubbliche”) e il regolamento De.Co. Discussione anche sui test antidroga per gli amministratori comunali e scontro tra maggioranza e minoranza in tema di polizia municipale.

Questi i temi principali. Ma, andando con ordine, la seduta si è aperta con l’intervento del sindaco Riccardo Tomatis, che ha relazionato su quanto avvenuto durante la commissione sanità affermando: “Voglio ringraziare ancora una volta tutto il personale medico e sanitario che in questa emergenza Covid 19 ha operato in prima linea. Stiamo portando avanti il dialogo con la Regione, e nel caso specifico l’Assessore alla Sanità Sonia Viale, e con l’ASL 2. Oggi, oltre alla riunione del distretto sociosanitario si è tenuta la commissione Sanità alla quale l’Assessore ha partecipato in videoconferenza e alla quale abbiamo potuto rappresentare la nostra opinione circa l’opportunità di ripensare all’affidamento ai privati dell’Ospedale Santa Maria di Misericordia. Le condizioni sono cambiate, l’emergenza Coronavirus ha, inoltre, evidenziato alcune tematiche che hanno cambiato le condizioni. Credo che oggi ci siano i margini per una rivalutazione di questo tema.Ferma restando quanto rappresentato, oggi l’Assessore Viale e il dottor Cavagnaro ci hanno illustrato i reparti dell’Ospedale di Albenga che saranno riaperti e ci hanno dato la notizia della riapertura del centro vaccinale che sarà spostato all’interno dell’ospedale. Inoltre ci è stata garantita la riapertura PPI per ora 12 ore e, appena le condizioni sanitarie o renderanno possibile,si tornerà alla riapertura h24.”

Quindi si è passati all’ordine del giorno ad oggetto: Affitto ai privati del campo a 5 adiacente lo stadio “A. Riva” con conseguente convenzione per la gestione del servizio alla società A.S.D. ALBENGA 1928.

L’OdG è stato presentato dal consigliere di minoranza Minucci che dopo essersi rapportato nei giorni scorsi sia con il Sindaco Riccardo Tomatis che con gli uffici ha emendato il punto per permetterne la votazione. Il sindaco ha sottolineato che, “purtroppo, alcuni passaggi erano ancora poco chiari e per evitare il rischio di danneggiare le associazioni sportive locali si è chiesto al consigliere Minucci di non mettere in votazione l’ordine del giorno e lavorare sulla questione in commissione consiliare”.

Afferma il sindaco Tomatis: “Apprezzo lo spirito collaborativo del consigliere Minucci e sottolineo come l’Amministrazione voglia andare in questa direzione, ma per farlo occorre valutare le modalità necessarie a tutelare in primis le nostre realtà. Nell’OdG si parla ad esempio di ‘affittare’ e per farlo dovremmo per forza fare una gara alla quale potrebbero partecipare realtà anche non ingaune e rischieremmo di non essere più nella disponibilità del campo che, invece, ci serve molto”.

A questo punto il consigliere Minucci non ha messo in votazione il punto sottolineando : “Mi fa piacere lo spirito collaborativo su questa mozione, spirito che nn voglio interrompere. Chiedo la convocazione di una commissione nel più breve tempo possibile per discutere” convocazione che sarà effettuata prossimamente.

A seguire, la mozione a firma del Consigliere Roberto Tomatis ad oggetto: “Test anti droga per gli Enti e nominati nelle istituzioni”. A presentare la mozione il consigliere di minoranza Roberto Tomatis che ha proposto il “Test anti droga per gli Enti e nominati nelle istituzioni”. A rispondere è stato il sindaco Riccardo Tomatis che afferma: “Ringrazio il consigliere Tomatis per aver portato l’attenzione su un tema importante come questo anche se ritengo la sua mozione provocatoria. Una mozione così, anche se nelle intenzioni potrebbe essere considerata positiva, non credo che non possa essere votata. Il tema sanitario è molto personale e delicato, non credo sia possibile ne’ giusto che una Amministrazione obblighi qualcuno a sottoporsi ad un test medico. Inoltre non credo che questo sia il modo giusto per combattere questa piaga che è l’utilizzo di sostanze stupefacenti.

La minoranza su proposta di Ciangherotti che da operatore sanitario ha sottolineato che il test non può essere imposto attraverso un obbligo ha dichiarato che si sottoporrà autonomamente al test in questione: “La prossima settimana, noi consiglieri di opposizione daremo subito il buon esempio”, hanno spiegato dalla minoranza.

Poi, l’ordine del giorno ad oggetto: “Calendarizzazione lavori per modifica Regolamento del servizio Taxi”. A illustrare la pratica il consigliere di minoranza Minucci che ha sottolineato come la stessa vuole essere l’Inizio di un percorso di collaborazione per migliorare la sicurezza stradale e la salute pubblica creando magari tariffe agevolate di notte per i giovani al fine di garantire una Movida seria e responsabile. L’OdG è passato all’unanimità.

Quindi, ordine del giorno ad oggetto: “Realizzazione area di sosta autocaravan attrezzata a pagamento” (ha ricevuto il voto favorevole della minoranza e contrario della maggioranza). Ad esporre la questione il consigliere Minucci che ha sottolineato che tale provvedimento sarebbe necessario sia per la tutela del paesaggio che per creare posti di lavoro andando inoltre a risolvere l’annoso problema del parcheggio selvaggio dei camper ad Albenga.

Il vicesindaco Alberto Passino entrando nel merito ha sottolineato: “Avere un’area camper attrezzata è una esigenza nota. Per questo abbiamo già da tempo avviato il processo per individuare un’area idonea. Stiamo vagliando alcune soluzioni confrontandoci con gli uffici e le categorie economiche e commerciali coinvolte, come campeggiatori e rappresentanti dei camperisti. La soluzione, purtroppo, non è semplice anche dal punto di vista urbanistica, ma ci stiamo attivando e comunicherò al consigliere Minucci le soluzioni che vaglieremo”.

A seguito, però, di un intervento del consigliere di minoranza Eraldo Ciangherotti, la discussione si è accesa scatenando la reazione, prima dell’Assessore alla Polizia Locale Mauro Vannucci e di seguito quella di tutta la maggioranza che si è schierata al fianco della Polizia Locale e delle Forze dell’Ordine.

Afferma l’assessore Vannucci: “Durante il suo intervento il consigliere Ciangherotti ha affermato che la polizia locale, passando davanti a Piazza Bolla e notando i camper in infrazione, si gira dall’altra parte. Questa è una affermazione gravissima. Non credo sia così ed anzi la nostra Polizia Locale è un nostro grande vanto. Le operazioni che compiono sono importanti e spesso molto delicate e sicuramente gli agenti fanno sempre il loro dovere.”

A chiudere gli interventi il Sindaco Tomatis  che dichiara: “Albenga ha necessità di un’area camper, questo è noto a tutti, ma sappiamo che il percorso per realizzarla è difficile. Credo sia profondamente sbagliato  usare mozioni strumentali e arrivare a dire che i vigili se vedono un’infrazione si girano dall’altra parte quando in realtà credo che si stia facendo molto”.

Si è passati poi all’Approvazione del Rendiconto della gestione per l’esercizio finanziario 2019 (passato con il voto favorevole della maggioranza e negativo della minoranza). A illustrare il punto all’ordine del giorno l’Assessore al bilancio Silvia Pelosi che dopo aver spiegato nel dettaglio i dati  rileva in particolare: “Il rendiconto di gestione dell’anno 2019 è il documento contabile che rappresenta la somma delle entrate e accertate e delle spese sostenute, dei costi e dei ricavi ed evidenzia l’avanzo o il disavanzo che ne deriva. Prima di analizzare i dati vorrei sottolineare che la Corte dei Conti per il 5° anno consecutivo ha approvato il bilancio del comune di Albenga che si è chiuso in equilibrio nel rispetto di tutte le norme vigenti. Guardando al 2019 possiamo notare che gli accertamenti di entrata del comune di Albenga ammontano a 35.895.988 euro e gli impegni di spesa a 34.112.234”.

“Il saldo di gestione competenza del 2019 è quindi di 1.783.753. Il saldo di gestione residui degli anni precedenti è invece 176.504 euro. A questi si aggiungono gli avanzi degli esercizi precedenti (anticipato e non) per un risultato di amministrazione 2019 che ammonta a 10.435.698 euro. Tra i dati che emergono c’è l’incremento delle opere pubbliche. Le spese in conto capitale, infatti, nel 2019 sono ammontate a euro 3.088.931 con un incremento, rispetto all’anno precedete di 1.017.854. E al netto degli accantonamenti e dei vincoli di legge il risultano disponibile per gli investimenti è di 301. 253 e di 171. 365 disponibili a titolo di avanzo libero che utilizzeremo per migliorare gli investimenti comunali e sostenere l’economia cittadina anche e soprattutto con iniziative a sostegno alle famiglie”.

In merito al debito l’assessore Pelosi spiega: “In merito al debito del comune di Albenga si evidenzia che il debito complessivo contratto al 31/12/2018 ammontava a 33.794.674. I rimborsi mutui effettuati nel 2019 è di euro 1.859.152 e il debito complessivo contratto nel 2019 ammonta a 373.647 . Ciò evidenzia che il totale del debito è di 32.309.169 in diminuzione quindi rispetto al dato del 31 dicembre 2018”.

Conclude l’assessore Pelosi: “Dobbiamo essere soddisfatti dei risultati conseguiti  nonostante le varie difficoltà. Purtroppo l’emergenza Covid ha fortemente inciso sulle nostre decisioni e possibilità e auspichiamo che possano arrivare ulteriori aiuti da parte dello Stato e che impiegheremo innanzitutto per superare tutte le difficoltà e le emergenze derivanti dalla pandemia che ci ha colpiti e per andare incontro ai nostri concittadini e le categorie economiche particolarmente colpite da questa situazione, il tutto cercando sempre di non tralasciare la gestione ordinaria della nostra Città, ma anche la realizzazione di opere pubbliche importanti che miglioreranno nettamente Albenga (si pensi a Rio Fasceo e Carendetta, agli interventi di edilizia scolastica, alle opere pubbliche che intendiamo portare avanti seguendo il programma che avevamo stilato e che non sarà solo un libro dei sogni)”.

È stato approvato anche il regolamento per la valorizzazione delle attività agroalimentari e tradizionali locali e per l’istituzione della denominazione comunale “De.Co” (denominazione comunale di origine) passo importante e fortemente voluto e sostenuto dall’Amministrazione ingauna che lo ha condiviso con le associazioni di categoria dell’agricoltura e del commercio.

Spiega Ilaria Calleri consigliere comunale con delega alla valorizzazione dei prodotti del territorio: “Il regolamento De.Co è un regolamento comunale che ha come scopo la valorizzazione delle attività agroalimentari locali, ma non solo, infatti la De.Co può essere attribuita anche ad oggetti dell’artigianato oltre che ad eventi e manifestazioni. La nostra Amministrazione crede molto nella valorizzazione del territorio, anche ai fini di promozione turistica, che passa anche attraverso la tutela dei prodotti tipici e del patrimonio di tradizioni in particolare relative alle attività agroalimentari e artigianali che, per la loro tipicità locale, rappresentano un vanto e sono motivo di particolare interesse pubblico”.

“L’approvazione in consiglio comunale del Regolamento della De.Co, – continua Ilaria Calleri – è un primo passo volto a consolidare e rafforzare sempre più l’impegno nell’azione di valorizzazione e tutela della nostre eccellenze enogastronomiche e non solo, e salvaguardare la ricchezza delle nostre tradizioni, dei nostri paesaggi e dei nostri sapori. Siamo fortemente convinti che questo possa contribuire al rilancio economico dei comparti produttivi interessati e che sia un efficace strumento di promozione dell’immagine turistica del nostro Comune da cui possono derivare importanti occasioni e ricadute positive sull’intera comunità”.

Il sindaco Riccardo Tomatis aggiunge: “Con l’istituzione della De.Co  i produttori, gli agricoltori e i commercianti locali avranno a disposizione un valido strumento di valorizzazione del territorio con il quale sapranno far conoscere ancor più le eccellenze che caratterizzano la nostra terra. Ringrazio la consigliera Ilaria Calleri per essersi dedicata a questo argomento e per averci portato ad approvare questo regolamento che ci farà conseguire importanti obiettivi in ambito economico e sociale”.

“Lega e forza Italia con la lista civica Calleri, – hanno invece dichiarato dalla minoranza, – portano a casa, finalmente, il regolamento delle De.Co, promosso dalla giunta regionale di Giovanni Toti, dopo oltre un anno di ritardo da parte dell’amministrazione di centrosinistra. Il regolamento, approvato ieri sera in Consiglio comunale sulla falsa riga della mozione calendarizzata già in aprile 2019, finalmente offre l’opportunità di promozione dei nostri prodotti tipici, per veicolare il marchio ‘Albenga’ in tutto il mondo”.

Infine, concessione in diritto di superficie di un’area di proprietà comunale per la realizzazione di una cabina elettrica in Piazza Bolla – Soggetto attuattore società Vista mare S.r.l.. A illustrare il punto il sindaco Riccardo Tomatis che ha affermato: “Si tratta della richiesta di concessione di suolo pubblico in Piazza Bolla alla società Vista mare. Sostanzialmente in realtà è un adempimento ad una convenzione che risale all’Amministrazione prima dell’Amministrazione Cangiano e prevede l’occupazione di 26 metri quadri”.

La maggioranza ha votato a favore, Calleri e Porro si sono astenuti, Minucci, Tomatis e Ciangherotti hanno votato contro.

leggi anche
comune albenga municipio
Novità
Albenga, “Consiglio comunale si sottoporrà al test antidroga”: approvata mozione di Roberto Tomatis

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.