IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, prossima settimana il ripascimento dei balneari: quello strutturale avverrà a settembre

La discussione e il cronoprogramma nel consiglio comunale avvenuto ieri sera

Alassio. Prima il ripascimento ad opera dei balneari, per salvare il salvabile di una stagione turistica 2020 partita non certo nel migliore dei modi, complici l’emergenza Coronavirus e le continue mareggiate che hanno letteralmente divorato la spiaggia di Alassio. Poi, a fine settembre, partirà il tanto atteso ripascimento strutturale.

È questo il destino che accompagnerà da qui a fine 2020, salvo imprevisti, il litorale alassino. La spiegazione e il cronoporgramma dei lavori sono stati presentati ieri sera, in consiglio comunale, direttamente dall’ingegner Paliotto.

“Con i tecnici della Regione, – ha affermato, – si è tenuto un incontro di verifica dell’andamento circa le attività propedeutiche al ripascimento strutturale. Ricordo che la Regione ha finanziato con 2,5mln di euro una prima tranche per la difesa dell’abitato sulla base di un progetto già approvato e una seconda tranche di altri 2,5 mln per opere finalizzate alla conservazione del ripascimento”.

“In attesa che venisse perfezionato l’iter e che fossero stanziate le somme necessarie, il Comune di Alassio ha provveduto con fondi di bilancio propri (circa 140mila euro) a finanziare due attività imprescindibili per avviare l’iter procedurale: effettuare i rilievi e le prove in campo con analisi fisico chimiche e batteriologiche al fine di verificare se il materiale della cava sottomarina tra Isola Gallinara, Punta Murena e Porto di Alassio può essere compatibile con l’arenile alassino. I primi risultati sono confortanti e indicano nelle sabbie a ridosso della Cappelletta, inizialmente si pensava a un prelievo più a levante, quelle più idonee all’uso”.

“Quello che è stato definito è un cronoprogramma che prevede entro la fine di giugno la consegna del progetto della prima fase, a seguito del quale si attiva la fase di analisi di VIA della Regione che ha 30 giorni per potersi esprimere. Conclusa si può avviare la Conferenza dei Servizi che si conclude, anch’essa, entro 30 giorni. Al termine si può avviare con procedura in deroga, semplificata e accelerata, una gara aperta per arrivare a contrattualizzare i lavori entro il 30 settembre per l’avvio dell’attività. Ci sono tutti i presupposti per rispettare i tempi del cronoprogramma. Nel frattempo il comune ha già coperto le spese della progettualità e delle indagini”.

“Il finanziamento regionale, dunque, è per il ripascimento strutturale del 2020. Per l’immediato, i balneari provvederanno con mezzi propri al ripascimento stagionale, già autorizzato dal comune, che inizierà la prossima settimana”, ha concluso. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.