Insieme

A Bergeggi un’aula in piazza per l’ultimo giorno di scuola. Arboscello: “Giusto regalare ai ragazzi un momento di festa” fotogallery

"I bambini sono stati tra i più colpiti dal coronavirus, non a livello sanitario ma a livello psicologico"

Bergeggi. “I bambini sono stati tra i più colpiti dal coronavirus, non a livello sanitario ma a livello psicologico. Era giusto regalare loro quest’ultimo giorno di scuola tutti insieme, questa festa con i loro compagni di scuola e le loro maestre”. Così il sindaco di Bergeggi, Roberto Arboscello, spiega le ragioni che hanno spinto la sua amministrazione, d’accordo con la dirigenza scolastica cittadina, ad organizzare un “ultimo giorno di scuola in piazza”.

Quest’oggi, infatti, i bambini di quinta elementare del comune di Bergeggi si sono salutati non attraverso il freddo schermo di un tablet o dello smartphone ma in presenza e in compagnia di compagni e maestre, ovviamente rispettando le norme di distanziamento sociale.

Il sindaco Arboscello ha infatti accolto favorevolmente la proposta della maestra Carmen Capasso e ha deciso di allestire un’aula all’aperto, nella piazza del paese, per l’ultimo giorno di scuola. Si tratta di una iniziativa “extrascolastica” che prevede la partecipazione su base volontaria dei bambini e dei genitori. L’aula è completa di banchi, cattedra e lavagna, per rendere il più possibile realistico questo ultimo giorno.

L’iniziativa, oltre ad avere una grande risonanza mediatica, ha riscosso il plauso del viceministro all’istruzione Anna Ascani, che si è complimentata telefonicamente con il sindaco. E anche il mondo dello spettacolo si è mobilitato in tal senso: tre grandi artisti, Gioele Dix, Lella Costa, Paolo Hendel, hanno partecipato al lancio dell’iniziativa, che è avvenuto in diretta Facebook sul profilo Roberto Arboscello ieri, martedì 9 giugno.

“Con questa iniziativa – spiega oggi Arboscello – abbiamo voluto premiare i ragazzi, che sono stati forse la categoria più colpita dal Covid-19, almeno a livello psicologico. Sono dovuti rimanere distanti dai loro affetti, dalla scuola, dalle maestre e dall’ambiente scolastico per un lungo periodo. Non ci pareva bello farli rinuncia anche all’ultimo giorno di scuola, che per gli alunni che passano dalle elementari alle medie deve essere una festa ma anche un momento che ricorderanno per sempre. Quindi era giusto regalare loro questo ultimo giorno di scuola. Ci siamo riusciti, nonostante mille difficoltà. Abbiamo vinto sia sul virus sia sulla burocrazia”.

La proposta ha conquistato il cuore dei bergeggini e non solo: grande, come detto, è stata l’eco mediatica ottenuta dall’iniziativa. “Siamo stati bravi e fortunati – aggiunge il sindaco – Bravi perché abbiamo occasione di fare questa iniziativa, fortunati perché i numeri e la location lo consentono. Sono fiero ed orgoglioso della risonanza avuta da questa iniziativa. Ma sono ancora più contento del fatto che oggi bambini e maestre possano fare festa”.

Durante la “lezione” Arboscello ha detto: “Oggi siete in tanti, sono presenti le associazioni del territorio, le persone che vi hanno accompagnato durante il percorso curriculare ed extracurriculare e il padrino di questa iniziativa Gioele Dix. Voi bambini siete la vita e senza di voi non c’è futuro, per questo difendiamo sempre il nostro plesso scolastico comunale”.

“Vi porto il saluto mio e del ministero che rappresento – ha detto il vice ministro all’istruzione Anna Ascagni in un videomessaggio rivolto ai ragazzi della scuola elementare di Bergeggi – A settembre torneremo tutti alla scuola in presenza e alla nostra normalità. Buona estate e un abbraccio a tutti voi bambini e genitori!”.

“La scuola oggi a Bergeggi finisce con un bellissimo momento di incontro – ha detto nel suo intervento l’assessora regionale alla formazione Ilaria Cavo – A settembre potrete ritrovarvi tutti insieme presenti in classe, anche se con il distanziamento interpersonale, e recupererete ciò che non avete avuto durante questi mesi. Sono convinta che la scuola vi sia mancata e che mai l’avreste immaginato. Siamo con voi per difendere il diritto allo studio in tutto il territorio della Liguria. Vedervi qui è la più bella immagine che si potesse dare per questo ultimo giorno di scuola. Ora godetevi l’estate”.

“Sono un amico di Bergeggi e di questa piazza XX Settembre, in cui da tre anni organizziamo ‘Dixcorrendo’ – sono state le parole dell’attore Gioele Dix, che da anni frequenta il piccolo borgo – Sono felice che voi bambini la rioccupate perché tutti abbiamo voglia di ricominciare. Io lo sono bene perché essendo un attore di teatro sono ancora fermo e, come i miei colleghi, sto aspettando di ricominciare”.

leggi anche
Boissano Ultimo Giorno Scuola Coronavirus
Dal vivo
Boissano, ultimo giorno di scuola “live” per i ragazzi della quinta elementare

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.