IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Volley Group: un periodo di lockdown ricco di spunti, tra allenamenti a casa e dirette

Gli atleti di Albisola Pallavolo e Planet Volley Savona non si sono annoiati, grazie alle numerose iniziative della società

Albisola Superiore. Il Volley Group, ossia l’Albisola Pallavolo insieme al Planet Volley Savona, guidato da Nerino Lo Bartolo, non è solo sport: è una scuola di vita dove si imparano regole, a stare con gli altri, a condividere e contribuire a obiettivi comuni difficili, sfidanti ma raggiungibili.

Questa società ha accettato la sfida più grande: mantenere il contatto con i propri atleti, dai grandi ai più piccolini, in periodo di pandemia, restando uniti come una vera famiglia. Dal 10 marzo il Volley Group ha deciso di portare avanti i valori in cui crede, con le giuste strategie e i migliori strumenti.

Ciascun gruppo della società è stato coinvolto in un programma a distanza che ha compreso schede di lavoro, momenti settimanali di visione comune di video tecnici, incontri con atleti e tecnici di altissimo livello come Lucia Bosetti (argento agli ultimi mondiali), Bobby Yordanov (ex nazionale bulgaro), Federico Donati (ex giocatore dell’Igo Genova di A2), Massimo Pecorari (ex giocatore di Serie A1 e A2) Veronica Della Peruta (ex giocatrice di A2), Gianluca Secco (bravissimo preparatore fisico ligure) e Stefano Lavarini (in questo momento allenatore dell’Igor Novara di A1 e della nazionale della Corea del Sud).

Ad Albisola sono in piedi altre attività in continua fase di studio e organizzazione, ma il grosso sforzo organizzativo societario è stato calendarizzare due dirette settimanali su Facebook (tutti i martedì e i giovedì da inizio lockdown) dove gli atleti, in rappresentanza dei vari gruppi, si raccontano e vengono intervistati dai moderatori e dalle persone collegate. Un lavoro, questo, unico nel panorama pallavolistico ligure.

Ad alcune di queste dirette sono state invitate giovani promesse che hanno lasciato Albisola per continuare la loro crescita sui palcoscenici della pallavolo nazionale, a cominciare da Martina Veneriano (centrale in Serie A2 a Busto Arsizio), passando per Isabella Perata (palleggio in B1 ad Arzano) e arrivando a Sergio Poggio (opposto in A3 col Trentino Volley). Tutti hanno portato la loro esperienza ai giovani atleti.

Sono state fatte anche due dirette con la dottoressa Federica Cerbino e il dottor Fabio Kaiser per dare un aiuto alle famiglie per affrontare la pandemia sotto il profilo sia psicologico che medico. In una diretta anche l’enciclopedia del volley nazionale Lorenzo Dallari che, a seguito di due ore di meravigliosi aneddoti sull’Italvolley dalla generazione dei fenomeni ad ora, nella lunga intervista ha valorizzato ed apprezzato quanto la società albisolese sta portando avanti.

Il Volley Group ha partecipato anche al concorso Stelle nello Sport e organizzato un concorso per i piccoli atleti S3: “La palestra che vorrei”.

Da ormai sessanta anni Albisola, ora con il Planet, è sinonimo di pallavolo ad alti livelli. A partire dalla storica Due A passando per le partecipazioni in Serie B1 e B2 maschili e femminili ha sempre costruito progetti e offerto percorsi con obiettivo la massima categoria possibile per i propri giovani. La storia degli ultimi dieci anni di giovanili è una dimostrazione dell’impegno delle persone che ci lavorano, integrandosi quindi con le parole del Coni: “Lo sport è un veicolo di inclusione, partecipazione e aggregazione sociale nonché uno strumento di benessere psicofisico e di prevenzione. Inoltre, svolge un ruolo sociale fondamentale in quanto strumento di educazione e formazione che permette lo sviluppo di capacità e abilità essenziali per la crescita equilibrata di ciascun individuo“.

Albisola infatti è da sempre impegnata anche in una serie di iniziative di valenza sociale: da più di un ventennio riserva spazi ed attenzioni ad associazioni come l’Adso, ospitandone il torneo annuale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.