IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Serie D: i nodi sul capitolo promozioni dall’Eccellenza

Lo speciale del Ct Vaniglia

Il presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia è tornato a parlare sull’argomento, precisando: «Per le seconde in classifica verrà stilata una graduatoria che vedrà condizioni di merito, ma sono questioni che si intrecciano con le più ampie materie delle riforme del calcio. In adesso il format di serie C è di 60 squadre e se non ci saranno modifiche ci sarà la possibilità di accedere ai ripescaggi tramite una griglia – ha dichiarato -. Al momento opportuno saranno fatte tutte le valutazioni e si discuterà anche dell’impiantistica sportiva. Per ora, tuttavia, non possiamo fare previsioni sui ripescaggi. Abbiamo fatto una proposta che sarà valutata e poi vedremo cosa accadrà».

La Serie D si chiuderà con il numero di retrocessioni e promozioni previste a inizio stagione: come è noto da venerdì scorso, è questa la linea guida scelta  dalla Lega Nazionale Dilettanti che ha sbandierato unanimità su questa decisione. Salirà in serie C la prima di ogni girone e scenderanno in Eccellenza le ultime quattro di ogni raggruppamento, sempre che il prossimo Consiglio federale nel frattempo posticipato all’8 giugno confermerà questa decisione.

Si dovrà poi analizzare poi il caso delle seconde d’Eccellenza. Il format dei campionati prevede infatti 7 promozioni aggiuntive alle 28 vincenti dei gironi regionali, più un posto per la Coppa Italia di Eccellenza. E visto che sarebbero confermate (il condizionale è ovviamente d’obbligo) le 36 retrocessioni dalla serie D, ecco che dovranno essere assicurate anche le 36 promozioni dall’Eccellenza: appunto 28 vincenti, 7 seconde e 1 di Coppa.

Praticamente certe le 28 vincenti a giro per l’Italia, molto più incerta la situazione per i restanti otto posti: la Coppa Italia di Eccellenza per esempio si è fermata al primo turno della Fase Nazionale, ben lontana quindi dall’esprimere un nome. E per le sette seconde, invece, la situazione potrebbe essere di non difficile soluzione: la scelta più ovvia sarebbe quella di inserire le 28 seconde d’Eccellenza in una classifica di merito, di fatto identica o quasi a quella che viene stilata per i ripescaggi estivi, appoggiandosi ai criteri già stilati a novembre nel C.U. 176, con soli pochi aggiustamenti (il merito sportivo non potrebbe prevedere i punteggi conquistati negli spareggi naturalmente, ma si potrebbe dare importanza al distacco dalla prima o alla media punti della stagione, o non prevedere nulla in questa voce).

Importante sottolineare che non si tratterebbero di ripescaggi, ma di promozioni vere e proprie come prevede il format: i ripescaggi, eventualmente, scatterebbero dalla 8ª in poi (alternate alle retrocesse dalla D, classificate al terzultimo e quartultimo posto, come sempre).

Ecco quindi la situazione, girone per girone di Eccellenza con la regione, la squadra seconda in classifica, i punti conquistati, le gare giocate e il distacco dalla prima classificata. Nei prossimi giorni verrà ufficializzato anche la proposta di promuovere in Serie D le società al comando dei campionati d’Eccellenza. Da valutare, poi, se e come si potranno attuare le altre promozioni: non solo quella legata alla Coppa Italia Dilettanti (chi la vince, è di diritto in Serie D) ma anche alle altre promozioni che si assicurano nella fase nazionale dei play-off.

Riguardando tutte le capolista d’Eccellenza, si individuano due casi spinosi: in Basilicata (Lavello e Rotonda) e nel girone B piemontese (Derthona e Saluzzo) dove ci sono due capolista a pari punti.

Ecco l’elenco delle prime in classifica:
Abruzzo: Castelnuovo Vomano
Basilicata: Lavello e Rotonda
Calabria: San Luca
Campania A: Afragolese
Campania B: Pol. Santa Maria Cilento
Emilia Romagna A: Bagnolese
Emilia Romagna B: Marignanese
Friuli Venezia Giulia: Manzanese
Lazio A: Montespaccato
Lazio B: Insieme Ausonia
Liguria: Imperia (seconda Sestri Levante)
Lombardia A: Busto
Lombardia B: Casatese
Lombardia C: Telgate
Marche: Castelfidardo
Molise: Comprensorio Vairano
Piemonte A: Pont Donnaz
Piemonte B: Saluzzo e Derthona
Puglia: Molfetta
Sardegna: Carbonia
Sicilia A: Dattilo Noir
Sicilia B: Paternò
Toscana A: Pro Livorno
Toscana B: Badesse
Trentino Alto Adige: Trento
Umbria: Tiferno Lerchi
Veneto A: Sona
Veneto B: Union San Giorgio Sedico

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.