IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Primo maggio, a Vado Ligure il sindaco Giuliano ha ricordato le vittime del lavoro foto

Presenti alla cerimonia-lampo, presenti una piccola delegazione delle Sezioni Anpi di Vado e Valle di Vado e Aned Savona 

Vado Ligure. Questa mattina (primo maggio), il sindaco di Vado Ligure Monica Giuliano ha voluto ricordare le vittime del lavoro celebrando la Giornata del 1 Maggio deponendo una corona di alloro in Via Maestri del Lavoro, non essendosi svolto il tradizionale corte a causa dell’emergenza sanitaria.

Vado Ligure cerimonia primo maggio 2020

Successivamente è stato deposto un mazzo di fiori alla lapide dei deportati vadesi dell’ex stabilimento Michalet per ricordare il prossimo 5 maggio il 75 anniversario della liberazione del campo nazista di Mauthausen, dove furono deportati i lavoratori degli scioperi del 1 marzo 1944 e che in pochissimi ritornarono.

Alla rapida cerimonia erano presenti una piccola rappresentanza delle Sezioni Anpi di Vado Ligure e Valle di Vado e Aned di Savona con il consigliere nazionale Simone Falco, che ha dichiarato: “Per migliaia dei deportati la liberazione non avvenne il 25 Aprile nel campo di Bolzano. Il 25 aprile venne ucciso un ebreo della comunità di Casale Monferato e il 28 aprile venne assassinata una ragazza zingara man mano che gli alleati stavano raggiungendo la capitale del Reich le SS continuavano opera dello sterminio all’interno dei lager.

Vado Ligure cerimonia primo maggio 2020

“Avvenne una vera ‘carneficina’ che si concluse con la liberazione del campo di Mauthausen e dei sottocampi  di Gusen e Ebensee il 5 maggio 1945 e come scritto nel Giuramento di Mauthausen, solo con la Pace, la Giustizia Sociale e la fratellanza Internazionale si potrà sconfiggere razzismo e xenobofia nel ricordo delle migliaia di vittime innocenti”, ha concluso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.