IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pietra Ligure, tornano a pagamento i parcheggi delle aree blu

Il sindaco De Vincenzi: "Auspichiamo una positiva ripresa del tessuto economico cittadino"

Pietra Ligure. L’amministrazione comunale pietrese comunica che da domani, sabato 30 maggio, i parcheggi delimitati dalle strisce blu torneranno a pagamento su tutto il territorio comunale.

“Dopo due mesi e mezzo di sospensione, con il progressivo ritorno all’operatività delle attività produttive e del mercato settimanale, tornano a pagamento i parcheggi negli blu che erano stati resi gratuiti dal 13 maggio per agevolare i nostri cittadini nei delicati e difficili momenti dell’emergenza sanitaria” commenta il sindaco di Pietra Ligure Luigi De Vincenzi.

“Con il ripristino degli assetti del normale vivere quotidiano, abbiamo deciso di tornare alla normalità anche per ciò che concerne le soste a pagamento per garantire maggiore rotazione e ricambio delle soste” continua il primo cittadino pietrese

“La nostra scelta è dettata non solo del venir meno dei presupposti emergenziali per i quali era stata adottata, ma anche dal fatto che, con la riapertura delle attività professionali, commerciali ed artigianali, riteniamo importante rendere fruibili i parcheggi ai clienti, auspicando in una veloce e positiva ripresa di tutto il nostro tessuto economico cittadino” conclude il sindaco De Vincenzi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.