IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pietra Ligure, la storia di Gianni Anemone: 40 anni di passione per i motori e le due ruote foto

Gestisce la storica officina di Piazza della Vittoria. Preseguirà la sua attività anche dopo la pensione

Pietra Ligure. Allo scoccare dei 40 anni di attività, era il luglio del 2017, è andato ufficialmente in pensione, ma la passione per le due ruote, e non solo, oltre alla spinta di tanti affezionati clienti lo hanno “costretto” a continuare fino ad ora: Giovanni Anemone, pietrese, 66 anni compiuti da pochi giorni, nel lontano 12 luglio 1977 aveva aperto la sua officina in piazza della Vittoria a Pietra Ligure e da lì non se ne è più andato.

Artigiano, da sempre ditta individuale, negli anni è stato specializzato nella riparazione e nell’assistenza di motocicli e motocarri della Piaggio, fino al 2017 anche rivenditore autorizzato dei vari modelli del noto marchio italiano. “Dalle storiche vespe di una volta ad oggi ne è passata acqua sotto ai ponti…Tuttavia penso di essere stato sempre al passo dei tempi, aggiornamento e formazione sono elementi importanti” racconta il simpatico “Gianni”, come viene chiamato da tutti, molto conosciuto anche nel comprensorio e per decenni punto di riferimento per guasti e problemi tecnici di ogni tipo.

“Pensavo di lasciare con il prestigioso traguardo di 40 anni di attività, invece… Non so quanto andrò avanti, forse ancora un paio di anni: tante cose nel mio mestiere sono cambiate e sono diventate più difficili, ma la voglia certo non manca” aggiunge.

gianni anemone

Nel corso degli anni Gianni Anemone ha ottenuto varie certificazioni e attestati professionali: fin dagli inizi la sua officina è stata autorizzata per la revisione e il collaudo di scooter e motocarri.

“Cosa è cambiato maggiormente negli anni? Indubbiamente la fabbricazione dei mezzi sui quali lavoro, un tempo era quasi tutta meccanica, oggi invece domina la componente elettronica” sottolinea.

Quanto al suo futuro: “Difficile dirlo ora, negli anni ho avuto e formato diversi giovani apprendisti, magari continuerò a farlo, fisico e salute permettendo… D’altronde la passione e il rapporto con l’affezionata clientela potrebbe ancora prevalere: in tutti questi anni, sicuramente, la cosa più bella e speciale che porterò per sempre nel mio cuore saranno i rapporti umani e di amicizia costruiti grazie alla mia attività” conclude.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.