IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pietra Ligure dice Sì al centro estivo, confermate le attività in spiaggia e di balneazione foto

Il sindaco De Vincenzi, l'assessore Pastorino e il consigliere delegato Carrara: "Servizio per le famiglie e socialità per i bambini"

Via libera dalla giunta comunale alle iscrizioni al “Centro estivo” 2020 del Comune di Pietra Ligure, secondo quanto stabilito con apposita delibera.

Il servizio, attivo nei mesi di luglio e agosto, sarà organizzato nel pieno rispetto delle misure di contrasto al diffondersi del contagio da Covid – 19, contenute nelle “linee guida” emanate dal Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il modulo di iscrizione, le “Linee guida” e tutte le informazioni per la presentazione della domanda sono disponibili online sul sito del Comune www.comunepietraligure.it e in forma cartacea presso l’ufficio “Pubblica Istruzione” di via Rossello 23.

In osservanza delle stringenti misure di contenimento dettate dall’emergenza sanitaria, saranno ammessi massimo 50 minori di età compresa fra i 3 e i 12 anni, con priorità alle famiglie residenti nel Comune di Pietra Ligure e riservando particolare attenzione ai criteri di preferenzialità previsti dalle “Linee guida”. La riorganizzazione imposta dal rispetto delle norme di sicurezza tocca ogni aspetto operativo e logistico del servizio, dall’utilizzo, oltre agli abituali spazi della scuola dell’infanzia “Martini” e della spiaggia sul Lungomare XX Settembre, anche del Parco Botanico e della palestra della scuola primaria “G. Sordo”, all’incremento del numero degli operatori che dovrà essere di un educatore ogni cinque bambini da 0 a 5 anni e uno ogni sette bambini da 6 a 12 anni. Tutte le aree, opportunamente attrezzate e sorvegliate e adibite in uso esclusivo e riservato al centro estivo, saranno rigorosamente igienizzate giornalmente e sanificate periodicamente e i servizi accessori verranno ripensati in aderenza alle norme di sicurezza indicate nel documento emanato dal Governo come, ad esempio, la mensa che prevederà l’utilizzo di monoporzioni preconfezionate.

“In questa fase di ripartenza e di ripresa delle attività lavorative, a maggior ragione in una realtà come la nostra fortemente connotata da un’economia turistica, l’obiettivo principale della nostra amministrazione è stato quello di offrire alle famiglie un aiuto concreto per gestire i figli in piena sicurezza e, contemporaneamente, garantire ai bambini e ai ragazzi un servizio di qualità sotto l’aspetto educativo che gli permetta di riappropriarsi di momenti ludico-ricreativi insieme, li aiuti nella socializzazione e li sostenga nel graduale ritorno alla normalità dopo questi mesi di forzato isolamento” esordiscono il sindaco di Pietra Ligure Luigi de Vincenzi, l’assessore alle politiche sociali Marisa Pastorino e il Consigliere delegato alla pubblica istruzione Paola Carrara.

“Nonostante le tante criticità legate all’emergenza sanitaria e all’aumento considerevole dei costi dovuti al rispetto delle misure igieniche e del rapporto contingentato operatori/bambini che vede lievitare il numero del personale addetto, abbiamo fortemente voluto continuare a garantire questo servizio essenziale per le nostre famiglie, mantenendo invariate le tariffe e mettendo a sistema tutte le risorse disponibili per offrire alla cittadinanza servizi adeguati ad agevolare il più possibile la ripresa delle attività lavorative”.

“La nostra idea è stata quella di perseguire un progetto educativo che creasse i presupposti di una ripartenza a misura di bambino, impegnandoci a trovare soluzioni in grado di conciliare le esigenze sanitarie con il benessere psicofisico dei più piccoli. Nonostante le difficoltà, abbiamo scelto di garantire comunque le attività in spiaggia e la balneazione, mantenendo l’aspetto fondamentale del divertimento in spiaggia con la possibilità di fare il bagno in mare, alternandolo con l’utilizzo del Parco Botanico per comporre una proposta educativa in natura che si affianchi a quella più classica all’interno delle strutture scolastiche, facendo sì che le nuove prescrizioni legate all’emergenza sanitaria non siano mere limitazioni ma si trasformino in occasioni di innovazione e arricchimento” continuano De Vincenzi, Pastorino e Carrara.

“La riorganizzazione del campo estivo nell’ottica del pieno rispetto dei criteri di sicurezza e tutela della salute, sia per gli educatori che per il bambini e le loro famiglie, obbliga ad una modalità sperimentale nella gestione di tempi e spazi e all’attivazione soluzioni bilanciate che tengano conto del distanziamento fisico preservando, nel contempo, il bisogno di socialità e creatività tipico dei ragazzi. Ringraziamo gli uffici comunali che hanno reso possibile il concretizzarsi di questo importantissimo servizio, impegnandosi nel realizzare quella che all’inizio sembrava una sfida impossibile e che nei prossimi mesi continueranno ad adoperarsi affinché tutti gli “ingranaggi” di questa macchina complessa funzionino al meglio” concludono i tre esponenti dell’amministrazione pietrese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.