Personal branding: che cos’è e come farlo - IVG.it
Economia

Personal branding: che cos’è e come farlo

personal branding

Il personal branding comprende tutte quelle attività utili per promuovere se stessi e la propria immagine professionale, permette di piazzarsi nel mercato di riferimento e acquisire maggiori clienti.

Saper promuovere se stessi significa capire come curare la propria immagine e quali attività svolgere per rappresentare al meglio la propria professione così da poterli condividere con il pubblico di riferimento.

Ci sono tante e diverse strategie di personal branding che comprendono attività differenti, dalle attività pubblicitarie offline alle attività online integrate con le strategie di digital marketing che permettono di massimizzare i risultati con un budget ridotto. Le diverse strategie applicabili sono state ideate per far fronte a qualsiasi professione esercitata e per essere utilizzate da tutti, dal neolaureato al professionista esperto di un determinato settore, o da un imprenditore alle prime armi.

Le persone che vogliono acquistare un servizio hanno il diritto di conoscere il professionista, di capire come opera nel suo settore e quali sono i lavori che sono già stati svolti. Le agenzie di marketing Italiaonline mirano a definire l’immagine di un professionista e ad esaltarla online nel modo più consono al profilo di riferimento.

Come fare personal branding

Per realizzare un’ottima strategia di personal branding è fondamentale considerare diversi aspetti del marketing come il posizionamento professionale, l’identificazione del target di riferimento e l’analisi dei competitors.

Fare personal branding risulterà più semplice se il professionista è ben posizionato nel mercato di riferimento, se le sue competenze professionali sono in linea con il settore e se sono valide per i potenziali clienti.

Il posizionamento nel mercato di riferimento è fondamentale anche dal punto di vista economico, un mercato che non è in grado di dare un valore economico alle competenze di un determinato professionista non è adatto.

1.    Analisi di mercato

È importante effettuare una buona analisi di mercato, capire dove e per chi lavorare, quali sono i trend in crescita e quante possibilità economiche offre. In questo caso l’analisi SWOT è fondamentale per determinare i punti di debolezza e i punti di forza del proprio lavoro e quelli dei competitors, per capire se ci sono elementi che differenziano la propria attività dagli altri professionisti.

2.    Analisi delle proprie competenze

Per realizzare una strategia di personal branding è importante conoscere perfettamente il proprio prodotto e la brand identity: una professione si compone di tanti e diversi elementi come le attitudini del professionista, le risorse che ha a disposizione, i suoi punti di forza e quelli di debolezza, il potenziale che ha da offrire ai propri clienti e così via.

È molto importante per un professionista trovare una posizione che gli permette di avere una vita equilibrata e soddisfacente sia dal punto di vista lavorativo che personale, una persona soddisfatta della propria vita migliora la sua produttività e condivide la sua energia con i propri clienti e collaboratori.

3.    Promozione della propria immagine professionale

La promozione della propria immagine online può essere svolta applicando diverse strategie di digital marketing e utilizzando un budget molto ridotto, grazie ai diversi canali come i motori di ricerca, sito web, blog, social network che permettono di promuovere i propri servizi in diversi modi. È possibile iniziare applicando la SEO strategy, ovvero delle tecniche che permettono di far trovare il proprio sito web e migliorando la propria visibilità online.

I social network sono fondamentali per farsi trovare dal pubblico di riferimento e distribuire i diversi contenuti inerenti alla propria professione, la produzione di determinati contenuti rispecchia l’identità professionale di un imprenditore, freelancer o professionista. Inoltre, è consigliabile aprire un blog dove inserire articoli inerenti ai propri servizi, dove condividere informazioni utili per gli utenti e dove educare il pubblico di riferimento con le proprie competenze, sono strumenti che favoriscono il personal branding e migliorano il rapporto con i potenziali clienti.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.