IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Millesimo, un ottimo quarto posto con dedica ad Amendola: “Abbiamo avuto una forza in più ed un unico obiettivo” risultati

Il resoconto della stagione da parte dei giallorossi: "È stato un campionato entusiasmante, tutto il gruppo ha sudato la maglia fino all'ultimo minuto"

Millesimo. Per il Millesimo è stata una stagione decisamente particolare. I giallorossi, dopo aver vinto nettamente lo scorso campionato di Seconda Categoria, questa volta hanno affrontato la Prima Categoria, cui l’anno precedente erano stati costretti a rinunciare.

Poco dopo l’inizio della stagione, però, la società valbormidese ha vissuto un dramma: il 27 settembre è morto l’allenatore Edy Amendola. Il gruppo ha reagito e lottato in suo onore, chiudendo con un eccellente quarto posto con 30 punti, frutto di otto vittorie, sei pareggi e quattro sconfitte.

“Il tanto atteso verdetto è arrivato, si immaginava da tempo, ma mercoledì è arrivata l’ufficialità. Il campionato è finito – dicono i portavoce del team giallorosso – Quarto posto. Ragazzi, quarto posto! Un posizionamento storico, uno dei migliori di sempre per Millesimo“.

Il risultato che, ormai da quasi un quinquennio raggiungiamo ogni anno, è quello di portare avanti, mantenere e consolidare l’identità Millesimo – sottolineano -. Questa è la cosa più importante di tutte e che ci rende estremamente orgogliosi. Ma arrivare quarti in classifica da neo promossa in Prima Categoria, beh è un altro risultato di cui possiamo essere felici. È stato un campionato entusiasmante, difficile ed equilibrato, non sapremo mai cosa sarebbe potuto succedere nelle ultime partite, ma è giusto valutare invece ciò che è accaduto, che è ‘tanta roba’. Dispiace più di tutto che, a porre la fine anticipata del torneo, sia stata un’immane tragedia che tuttora stiamo vivendo”.

“Diciamoci la verità, noi dal 27 settembre abbiamo avuto una forza in più ed un unico obiettivo comune, ovvero quello di rendere onore in ogni allenamento e in ogni partita a una grande persona, un grande allenatore e un grande amico. Abbiamo cercato di farlo con tutta la passione e la voglia presenti dentro di noi, a partire dall’allenatore Peirone e dal suo vice Goso, a cui vanno i nostri più sentiti ringraziamenti e complimenti per il lavoro svolto con grande costanza, serietà e determinazione, fino all’allenatore dei portieri Giacosa e a tutto lo staff tecnico e dirigenziale – concludono -. Tutto il gruppo ha sudato la maglia fino all’ultimo minuto per onorare la memoria di Edy e a lui dedichiamo questo fantastico piazzamento“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.