IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Melis (M5S): “La sanità sia pubblica, ma il privato sia almeno di supporto”

Il consigliere regionale: "Viale ci muove critiche irricevibili"

Genova. “Nell’odierna seduta consiliare, in fase di discussione di un ordine del giorno che propone di mettere in campo tutte le forze disponibili per rispondere alla pandemia che ci ha colpito, ci sono state mosse critiche irricevibili: l’assessore Viale ci ha accusato di non essere coerenti”. Lo dichiara Andrea Melis (nella foto), consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle.

“Evidentemente non è stato colto il punto – prosegue -: come M5S, non cesseremo mai di respingere il processo di privatizzazione della Sanità tanto alacremente avviato in Liguria da questa Giunta. Di fronte a un sistema sanitario con soggetti accreditati e non accreditati, e in una situazione come quella di massima emergenza o comunque di una fase così critica come quella che stiamo vivendo ora, è normale e doveroso che siano chiamate in causa tutte le componenti in grado di fornire risposte e soluzioni”.

“Noi abbiamo e continueremo a sostenere che la priorità sia il sistema pubblico vero. Le privatizzazioni lombarde, scopiazzate peraltro male qui in Liguria, per le quali avevamo assistito a presentazioni in pompa magna con l’allora presidente di regione Lombardia Maroni, insieme a Toti e Viale, hanno palesato il proprio fallimento” conclude Melis.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.